Cronaca

Dissidi familiari, minore esplode 5 colpi di pistola ad un 29enne

112-gazzella

Catania. Poco dopo le 18:00 di ieri si è verificata una sparatoria nei pressi di piazza Federico II di Svevia. Ben 5 colpi di pistola sono stati indirizzati ad un 29enne, ad opera di un giovanissimo che è si è poi allontanato a piedi, uno dei quali al volto (gli ha trapassato le guance).

A notare il fuggitivo è stata una pattuglia dei carabinieri  del Nucleo Operativo di Piazza Dante che transitava da via Plebiscito. I militari, ignari di quanto appena accaduto, sono stati insospettiti dall’andamento del giovane che a passo sostenuto, quasi di corsa, proteggeva sul fianco un peso. Tanto è bastato per indurre i carabinieri a fermare il soggetto che si è subito mostrato nervoso e tremante: ad un primo controllo il fermato presentava, appesa alla cinta dei pantaloni, una pistola Beretta cal. 9×21, con la canna ancora calda, odorante di polvere da sparo combusta, ed il colpo in canna. Il giovane veniva quindi condotto in caserma a Piazza Dante per le verifiche del caso.

Nel corso dei primissimi accertamenti, condotti con il supporto investigativo, tecnico e specializzato del personale del Nucleo Investigativo di Catania, viene acclarato che pochi minuti prima il minore aveva esploso cinque colpi di pistola, a distanza ravvicinata, contro un 29enne, catanese, per poi cercare di rintanarsi a casa, distante poche centinaia di metri.

In caserma calate  un po’ la tensione e l’adrenalina,  il 16enne ha confessato il gesto da lui motivato in prima battuta come frutto di dissidi tra i nuclei familiari di appartenenza suo e della vittima, pressoché vicini di casa (pochi numeri civici infatti separano le residenze delle due famiglie, nel cuore del quartiere di San Cristoforo).

Gli investigatori della Polizia di Stato, intervenuti sulla scena del crimine, hanno rinvenuti 5 bossoli del tutto compatibili con l‘arma trovata addosso al minorenne, il cui furto è stato denunciato nel 2014 da un vigile urbano della provincia di Messina.

Per il minore è scattato l’arresto per tentato omicidio e porto abusivo di arma da fuoco, ed è ora associato nel centro di Prima Accoglienza del Tribunale per i minorenni di via Franchetti.

La vittima, nonostante sia stata attinta da numerosi colpi, uno dei quali addirittura in viso (ha trapassato le guance), non è in pericolo di vita, ed è ricoverata nell’Ospedale Vittorio Emanuele.

Il primo Network in franchising di quotidiani online

Testata giornalistica ai sensi della Legge 103/2012. Direttore Responsabile Dario Lazzaro. Tutti i contenuti de lagazzettacatanese.it sono di proprietà di Associazione Il Cirneco, C.F.: 93197970879
Per i comunicati stampa, testi e immagini dovranno essere inviati alla email [email protected]
Per la tua pubblicità su questa testata: Responsabile commerciale Simone Cirami – [email protected] – Mob: +39 327 77 03 240.

Scarica l'App de LaGazzettaCatanese.it

Copyright © 2015 Associazione Il Cirneco

In alto