Archivio

Due arresti per furto aggravato ai danni di una cartoleria, rubati gratta e vinci e monetine

Ieri personale dell’U.P.G.S.P. ha arrestato D.A. (cl. 1995) e I.A. (cl. 1990) per furto aggravato e resistenza a P.U. in concorso.

Intorno alle ore 5 del mattino, una Volante, durante il servizio di controllo del territorio, notava due persone sospette che viaggiavano a bordo di uno scooter nel quartiere Nesima.

Gli agenti decidevano pertanto di procedere ad un controllo ma i due individui, alla vista della polizia, anziché fermarsi si davano alla fuga cercando di seminare gli agenti ma, dopo un rocambolesco inseguimento, venivano raggiunti e bloccati.

Sotto il vano sella dello scooter i poliziotti rinvenivano un consistente quantitativo di biglietti gratta e vinci e diverse monete da 10, 20 e 50 centesimi. Interrogati circa la provenienza di quanto rinvenuto, i due confessavano che si trattava del bottino di un furto perpetrato qualche ora prima ai danni di una cartolibreria di questo centro.

Presi contatti con il titolare della predetta rivendita, gli agenti si portavano sul posto trovando la saracinesca del negozio scardinata e la vetrina infranta. Secondo quanto affermato dal titolare della rivendita, presente sul posto, oltre ai “gratta e vinci” mancavano numerosi altri articoli (borse, zaini, cd, dvd, telefoni cellulari, profumi), il tutto per un valore stimato intorno ai 15.000 euro.

Parte della refurtiva veniva tuttavia rinvenuta dagli agenti ancora fuori dal negozio, occultata dietro una siepe al fine di essere successivamente prelevata.

Per quanto sopra i due malviventi, entrambi con precedenti specifici per reati contro il patrimonio, venivano indagati in stato di arresto e, su disposizione del P.M. di turno, tradotti presso la casa circondariale di piazza Lanza.

In alto