Cultura

È “Uscire fuori” il titolo del prossimo cortometraggio del regista catanese Michele Leonardi

Foto: Daniele Cruciani

Foto: Daniele Cruciani

Ha 27 anni, è di Catania, ha una laurea in Lingue e Letterature Straniere conseguita presso il nostro ateneo. Stiamo parlando di Michele Leonardi, giovane promessa etnea nel campo cinematografico.

Grazie ad una raccolta fondi mediante crowdfunding Leonardi intende realizzare del cortometraggio “Uscire fuori”, storia ideata dal regista dopo la lettura di “Mathilde” di Veronique Olmi, a cui sono stati aggiunti elementi di cronaca nera.

La sinossi. Una donna esce dal carcere dopo anni di reclusione, scagionata dall’accusa di aver ucciso il figlio. Il marito, un medico, che le è rimasto accanto nonostante tutto, si prepara ad accoglierla nuovamente. Affronteranno il primo giorno e la prima notte insieme dopo moltissimo tempo. Nella stessa, vecchia casa in cui vivevano col loro bambino.

Il crowdfunding. Ci sono ancora 23 giorni a disposizione per contribuire alla realizzazione di questo cortometraggio. La raccolta fondi è stata aperta sulla piattaforma “Indiegogo”. L’obiettivo da raggiungere è di 4000 euro, necessari alla costruzione di un’opera di ottima qualità tecnica: di questi oltre un terzo sono già stati raccolti. Diverse le possibili donazioni: dall’accessibile somma di 10 euro si può arrivare fino alle 4000 euro passando per 25€, 50€, 100€, 250€, 500€ e 1000€.

“Non esiste il cinema no budget, ma esiste il cinema low budget – afferma Leonardi -. È giusto che i professionisti coinvolti lavorino in modo professionale, con i migliori mezzi a disposizione. Questo è, in definitiva, l’obiettivo attuale della produzione. Non si intraprende questa carriera per fini di lucro, la si intraprende quasi per istinto, per naturale disposizione e ossessione. Mi rendo conto, naturalmente, che un possibile interessato potrebbe nutrire perplessità rispetto a donare una cifra – anche piccola, l’equivalente di una pizza al ristorante – a uno sconosciuto. Eppure è il passo, assai nobile e forse richiesto dai tempi, che consente al fruitore di fare cinema, diventando coproduttore. Sulla pagina della campagna (e in fondo a questo articolo, nda), è possibile guardare “Morte Segreta”. E decidere, a quel punto, se vale la pena tendere la mano, oppure no.”

L’autore. Michele Leonardi, classe ’89, è nato e cresciuto a Catania, dove si laurea in Lingue e Letterature Straniere. Nel 2015 porta a termine il suo esordio cinematografico: il cortometraggio “Morte Segreta”, che ottiene diversi riconoscimenti in Italia e all’estero. Tra l’agosto e il settembre 2015 ultima il suo secondo film breve, “MIA”. Contestualmente partecipa alla realizzazione collettiva del corto “Il Miracolo”, prodotto da Fondazione Ente dello Spettacolo, presentato a Venezia 72 e vincitore di una Menzione Speciale ai Nastri d’Argento 2016. Le sue principali influenze sono Michelangelo Antonioni e Michael Haneke. Attualmente vive a Roma, dove svolge il lavoro di assistente alla regia. Sogno nel cassetto? “Il sogno, sebbene ancora sia una lunga strada, è intanto giungere allo scoglio del lungometraggio“.

Per qualsiasi informazione è possibile contattare Michele Leonardi all’indirizzo [email protected]

Il cortometraggio “Morte segreta”

 

 

 

Le news dalla Città Metropolitana di Catania

Testata giornalistica ai sensi della Legge 103/2012. Direttore Responsabile Dario Lazzaro. Tutti i contenuti de lagazzettacatanese.it sono di proprietà di Associazione Il Cirneco, C.F.: 93197970879
Per i comunicati stampa, testi e immagini inviare una email a [email protected]
Per la tua pubblicità su questa testata: Responsabile commerciale Simone Cirami – [email protected] – Mob: +39 327 77 03 240.

Scarica l'App de LaGazzettaCatanese.it

Copyright © 2015 Associazione Il Cirneco

In alto