Politica

Emergenza rifiuti. Miccichè e Falcone: problemi ancora sul tappeto. Soluzioni subito o mozione di censura assessore

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

 

L’intesa in zona Cesarini tra il governo nazionale e quello regionale lascia sul tappeto tutti i problemi relativi all’emergenza rifiuti in Sicilia. In tre anni e mezzo l’esecutivo Crocetta è rimasto assolutamente inerte e le poche cose che ha fatto hanno comportato solo passi indietro rispetto alla raccolta differenziata e al trattamento virtuoso dei rifiuti. Dall’accordo emerge che entro tre mesi dovrebbe essere cambiato il piano regionale, ed entro i due mesi successivi dovrebbero essere emanati i bandi per le gare dei termovalorizzatori, ma purtroppo siamo molto scettici, in quanto tali incombenze, che dovevano essere attuate già nei mesi scorsi, rimangono soltanto un proposito scritto. Il dipartimento Ambiente di Forza Italia sta procedendo ad una ricognizione di tutte le gravissime criticità dell’Isola e ad inizio luglio, se la situazione rimarrà immutata, presenteremo una mozione di censura nei confronti dell’assessore. La Contrafatto si sbrighi, se è capace, diversamente lasci”, lo dichiarano gli onorevoli Gianfranco Micciche’, commissario di Forza Italia in Sicilia e Marco Falcone, capogruppo azzurro all’ARS.

In alto