Cronaca

Entra in una proprietà privata e, sorpreso, aggredisce il proprietario a bastonate e coltellate

coltelli-biancavillaBiancavilla. Vicenda surreale quella accaduta nella mattinata di ieri in località Sant’Antonio, alle vigne di Biancavilla. Un uomo, pensando di agire inosservato, è entrato in un fondo agricolo di proprietà di un 75enne che, proprio in quel momento, si trovava dentro la casa insistente sulla proprietà.

Il proprietario si è accorto della presenza di un estraneo ed è uscito per chiedere all’intruso spiegazioni circa la sua presenza. Di tutta risposta l’estraneo reagisce male minacciando il proprietario, affermando che “non fossero affari suoi” e, dopo le ovvie rimostranze del 75enne, ha iniziato a colpirlo violentemente con un bastone finendo addirittura per estrarre un coltello dalla tasca e con un alcuni fendenti ferirlo alle mani mentre questi cercava in tutti i modi di difendersi. Per fortuna, il poveretto è riuscito a salire in auto, fuggire ed avvisare per telefono il 112, fornendo all’operatore della centrale la descrizione dell’assalitore. Immediatamente allertati i militari della locale Stazione, dopo aver soccorso la vittima, hanno avviato le ricerche dell’aggressore conclusesi in via Vittorio Emanuele, luogo in cui è stato riconosciuto, bloccato ed ammanettato. In mano aveva ancora il bastone utilizzato per percuotere il pensionato mentre in tasca, previa perquisizione, gli sono stati rinvenuti e sequestrati due coltelli di cui uno ancora sporco di sangue.

bastone-biancavillaSi tratta del 51enne Antonino Rao, anch’egli biancavillese. Dovrà rispondere davanti al giudice di lesione aggravata.

La vittima, trasportata all’ospedale di Biancavilla, è stata riscontrata affetta da “Ferite da arma da taglio alla mano dx e sx alla faccia volare e dorsale bilateralmente, trauma cranico minore, frattura del 5^ metacarpo della mano sx – per cui dovrà sottoporsi ad un intervento chirurgico per ridurne la frattura – nonché  livido regionale frontale”  guaribili  in 30 giorni.  

L’arrestato, in attesa del rito per direttissima, è stato relegato agli arresti domiciliari.

In alto