Archivio

Eruzione dell’Etna. Aggiornamento del 14 maggio

Catania. Terzo giorno di attività vulcanica sul Nuovo Cratere di Sud Est dell’Etna. L’attività stromboliana continua e, dal pomeriggio di ieri, sul basso versante nord-orientale del cono del NSEC si è aperta una nuova frattura eruttiva, lunga 150-200 m, sulla quale erano attive tre bocche in debole attività esplosiva, e dalla quale è stata emessa una nuova colata lavica che si è riversata prima verso nord-est, in direzione del Monte Rittmann, e poi verso est verso il Monte Simone.

Anche oggi il pennacchio rosso è ben visibile anche da lunghe distanze, cosi come i boati si possono sentire fino a diversi chilometri di distanza. In alcuni paesi pedemontani, da Misterbianco a Viagrande, a causa del vento si segnala la caduta di una leggera pioggia di cenere.

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

foto termica di Monte Cagliato

foto termica di Monte Cagliato

In alto