Archivio

Eruzione dell’Etna, cenere su Giarre. Il sindaco: “Intervenga la Protezione Civile”

cenere etna

cenere_etnaGiarre. Nella giornata di ieri alcuni centimetri di sabbia vulcanica si sono accumulati nei comuni ionici, tra Zafferana Etnea, Linguaglossa e Giarre. Proprio in quest’ultimo centro, colpito per l’ennesima volta dalla cenere dell’Etna, l’amministrazione comunale si è subito attivata con un’ordinanza del sindaco Bonaccorsi che prevede il divieto di circolazione per cicli, ciclomotori e motocicli ed il limite di velocità di 30 km/h per le rimanenti categorie di veicoli fino a cessazione dei fenomeni ed al completamento della pulizia delle sedi stradali.

Per la rimozione del materiale vulcanico, come già successo in passato, Bonaccorsi ha richiesto la proclamazione dello stato di emergenza e l’intervento del Dipartimento Regionale di Protezione Civile.

«Abbiamo chiesto il supporto della Protezione civile, che già durante le scorse emergenze legate al vulcano ha sostenuto la nostra comunità in maniera preziosa e fattiva, poiché la situazione finanziaria del nostro ente non ci consente di poter sostenere quelle spese che gli eventi odierni rendono necessarie – ha dichiarato il sindaco – Il Comune di Giarre ribadisce, inoltre, la propria disponibilità a riaprire il confronto sull’individuazione di soluzioni unitarie per tutto il territorio etneo al problema della gestione dell’emergenza cenere vulcanica».

Le news dalla Città Metropolitana di Catania

Testata giornalistica ai sensi della Legge 103/2012. Direttore Responsabile Dario Lazzaro. Tutti i contenuti de lagazzettacatanese.it sono di proprietà di Associazione Il Cirneco, C.F.: 93197970879
Per i comunicati stampa, testi e immagini inviare una email a [email protected]
Per la tua pubblicità su questa testata: Responsabile commerciale Simone Cirami – [email protected] – Mob: +39 327 77 03 240.

Scarica l'App de LaGazzettaCatanese.it

Copyright © 2015 Associazione Il Cirneco

In alto