Sport

ESCLUSIVA: Avv. Giovanni Ferraù: “Sono fiducioso in vista del derby. La settimana prossima dovrebbe tornare Tacopina”

In vista del derby di lunedì prossimo tra Palermo e Catania, la nostra redazione ha intervistato in esclusiva l’Avvocato Giovanni Ferraù, Presidente della SIGI, ovvero la società proprietaria del Calcio Catania, al quale abbiamo chiesto le proprie sensazioni sul prossimo derby.

Ecco le risposte del dirigente rossazzurro alle nostre domande:

Dopo 7 anni, ritorna il derby Palermo-Catania e, certamente, non è una partita come le altre. Lei con che sensazioni si sta avvicinando alla partita di lunedì?

  • Stamattina ho chiesto informazioni sul Palermo per conoscere la loro situazione relativa al COVID e i rosanero non dovrebbero avere problemi a giocare. Io spero di andare allo stadio lunedì perché sarebbe il primo derby vissuto da dirigente e vorrei viverlo insieme alla squadra. È una partita che si giocherà in un ambiente strano che, in assenza del pubblico, può dar vita a qualunque tipo di prestazione. Sono emozionato da una parte e preoccupato dall’altra, ma sulla carta non ho difficoltà a pensare che il nostro organico sia superiore a quello dei rosanero. Noi in rosa abbiamo degli elementi di una certa sostanza che danno un valore aggiunto.

Ci racconta qualche suo aneddoto relativo ai precedenti derby?

  • Beh, parlare del 1° marzo 2009 (la vittoria per 0-4 dei rossazzurri) sarebbe ovvio ma quella, insieme alle date delle vittorie contro la Juventus a Torino ed il 3-1 contro l’Inter di Mourinho, sono date indelebili nella mia mente. Per il resto, ricordo un post derby nei primi anni 90 quando la polizia mi fermò accusandomi, in maniera del tutto ingiusta, di aver creato tafferugli. In quel terribile 2 febbraio, invece, ero in Tribuna B e quando la partita terminò andai via senza percepire ciò che stava accadendo in Piazza Spedini.

Come vede la nostra squadra in vista del derby?

  • Saremo carichi perché vogliamo riscattarci dopo le due batoste subite contro Ternana e Bari. Paradossalmente, non aver giocato domenica scorsa contro la Vibonese, ci permette di arrivare al derby con una carica maggiore che ci deve consentire di riprendere il nostro cammino in classifica. Abbiamo la possibilità di recuperare qualche giocatore indisponibile, Reginaldo e Dall’Oglio su tutti (mentre Piccolo dovrebbe restare ancora ai box) e questo ci permette di arrivare al derby con quasi tutta la rosa a disposizione.

Si sente di fare un pronostico per la partita? E chi potrebbe essere l’uomo partita?

  • Con la giusta dose di umiltà mi sento di dire che siamo superiori ai cugini rosanero e, pertanto, dico 2X. Mi aspetto una partita con tanti goal e mi auguro che finalmente riusciremo a fare uno o più goal su azione, con l’inserimento di qualche centrocampista da dietro o uno dei nostri attaccanti. Sull’uomo partita dico Luis Maldonado e mi piacerebbe un suo bel goal su punizione come fece qualche anno fa Ciccio Lodi proprio in un derby, anche se le punizioni di Maldonado sono stilisticamente più belle perché tese e forti sotto la traversa.

Possiamo dire ai catanesi che questo sarà un Natale “americano”?

  • Dico di sì anche se dipende tutto da Joe Tacopina. Sono convinto che il manager americano concluderà al più presto la trattativa per l’acquisizione del 100% del Catania. Poi, io ho suggerito che certe professionalità locali possano restare ma non si dica che, ipotesi da scongiurare, un eventuale fallimento della trattiva possa essere legato a delle richieste di SIGI. Da quello che mi è stato detto Tacopina dovrebbe ritornare in Sicilia e, mi sbilancio, se lunedì vinciamo il derby il mercoledì successivo io sarò pronto a firmare un preliminare d’accordo.

foto: studiolegaleferrau.com
In alto