Sport

[ESCLUSIVA] Ferraù: “Il gioco di Baldini è propositivo e divertente. Tacopina ritornerà a fine mese ma…”

In esclusiva ai nostri microfoni è intervenuto l’avvocato Giovanni Ferraù, presidente della SIGI, al quale abbiamo chiesto un giudizio sul campionato del Catania al termine della stagione regolare.

Ecco le risposte del gentilissimo Avvocato alle nostre domande:

Si è conclusa la stagione regolare e si possono già tirare le somme su questo campionato. Cominciamo proprio dall’ultima gara giocata a Foggia. Più soddisfatto per il pareggio ottenuto in rimonta o più rammaricato perché si poteva ottenere di più senza qualche errore di troppo?

“Mi è piaciuta molto la reazione. Avevamo tanti assenti, con un reparto avanzato decimato, ma devo dire che Reginaldo e Golfo sono stati bravissimi. Poi intelligente il mister Baldini che ha risparmiato alcuni giocatori in vista dei playoff come Maldonado che era diffidato.”

In generale soddisfatto comunque del piazzamento finale in classifica?

“Si, perché siamo quinti in classifica e ad inizio campionato avevamo detto che avremmo fatto un campionato dignitoso senza alcuna promessa particolare e credo che la posizione finale sia di tutto rispetto. Rammaricato per il derby di ritorno che sicuramente lascia l’amaro in bocca.”

È singolare come sia nel girone di andata che in quello di ritorno il Catania abbiamo trovato difficoltà nell’insieme di gare racchiuse dalla Ternana alla Turris. Sono stati cicli in cui abbiamo raccolto pochi punti con prestazione davvero deludenti. Come se lo spiega?

“Si, è vero ma credo che sia una casualità perché se la preparazione dei due derby sicuramente andava fatto meglio nelle altre partite non credo che ci sia stato un problema mentale dovuto all’avversario. Ci sono stati dei problemi, ma sicuramente di altro aspetto.”

Avvocato, ma se il rigore di Dall’Oglio contro il Bari fosse entrato, avremmo assistito ad una finale di campionato con il Catania protagonista nelle posizioni di vertice?

“Ma anche il palo di Russotto contro il Palermo sullo 0-0 poteva cambiare la storia, ma non voglio attaccarmi agli episodi perché con i se e con i ma non si vincono i campionati.”

La vediamo spesso a bordo campo nel pregara e questo ci fa capire la sua vicinanza alla squadra. Come vede i ragazzi in prospettiva playoff e se dall’avvento di Baldini ha visto un cambiamento particolare nell’affrontare la gara?

“Si, sono stato anche in trasferta con loro e ho visto tutto un altro approccio rispetto al passato. Baldini è stato bravo a schierare tutti i calciatori (21-22) e l’idea che tutti possono il loro contribuito è la chiave vincente. In chiave playoff sono molto speranzoso di poter contare su una rosa composta da giocatori più che validi. Rispetto al Catania di Raffaele, il cui in gioco si impostava dalla difesa, questo di Baldini è molto più propositivo e divertente e la palla viaggia molto sugli esterni e questo fa si che nelle ultime gare abbiamo realizzato tante reti proprio partendo dalle fasce.”

Faccio un passo indietro: se a gennaio avesse avuto la possibilità economica avrebbe detto al responsabile del calciomercato Pellegrino: “Maurizio fai di tutto per trattenere Pecorino” oppure “Maurizio lascia partire Pecorino, ma metti dentro un grande bomber da 20 reti”?

“Emanuele Pecorino voleva andare alla Juventus e quindi noi come Catania non potevamo opporci perché non sarebbe stato opportuno trattenere un calciatore che vuole andare da un’altra parte. Sui rinforzi credo che oggettivamente Pellegrino ha pescato bene perché ci sono state un paio di doppiette di Di Piazza, qualche goal di Russotto, insomma credo che sia andata abbastanza bene. Certo, dispiace per Volpe che ha subito il secondo brutto infortunio in allenamento e non abbiamo avuto modo di vederlo. Vi assicuro che in uno degli allenamenti a Torre del Grifo a cui ha assistito anche Joe Tacopina, eravamo rimasti impressionati dai colpi di questo ragazzo che ha numeri da grande centravanti. Peccato veramente.”

Per chiudere, domani arriverà la decisione del CONI sui due punti? Ottimista?

“Oggettivamente calendarizzare la sentenza dopo la fine del campionato è stato davvero scandaloso, ma concentriamoci per domani e speriamo di poter sorridere dopo la sentenza prevista per le 14.”

Le strappo una confidenza: sono esagerato se dico che entro fine mese Tacopina si mangerà un arancino da Presidente del Catania?

“Penso che l’arancino lo mangerà sicuramente perché tornerà entro il mese, ma che lo faccia da Presidente del Catania non sono così sicuro…”

In alto