Sport

Esordio di C Silver 2019/2020 con sconfitta casalinga per l’Adrano Basket di fronte alla matricola Olympia Comiso

Partita considerata insidiosa alla vigilia per il valore del trio di esterni ospite,  resa difficile dall’assenza del lungo Lorenzo,  tenuta con  fatica in equilibrio per due quarti e mezzo; dal 56-51 Adrano il micidiale break ospite di 41-10, complice l’uscita per falli di Zachow, chiude la contesa già a sei minuti dalla fine.

Partita cominciata punto a punto a ritmi frenetici e con molte palle perse da entrambe le squadre, però è Comiso a prendere il pallino del gioco e  piazzare il primo allungo sul +10 a tre minuti e mezzo dalla fine del primo quarto, Adrano riesce a recuperare lo strappo grazie alla bravura  del giovane Fabrizio Amoroso (6 punti, 8 rimbalzi e un assist a fine partita) e ai punti di Alescio e Zachow (10+6), anche se comincia a pagare il prezzo dei falli personali di Dario Bascetta e dello stesso Zachow su tutti.

Solo nel secondo quarto la formazione di casa riesce  a prevalere grazie alla difesa che tiene al 33% dal campo l’attacco avversario, ai tre assists di Ricceri e all’impatto di 7 punti col 100% al tiro del bomber Leanza, andando al riposo lungo sul +3, 48-45.

Il terzo quarto segna l’annebbiamento in attacco dell’Adrano che tira col 28% dal campo contro il fantascientifico 67% della squadra di coach Ceccato, che dal meno 5 mette la freccia e segna la bellezza di 30 punti: mattatore Boiardi pure coadiuvato da Palazzolo e dall’incontenibile Occhipinti.

L’inizio dell’ultimo quarto continua con gli ospiti indemoniati ad incendiare la retina del canestro dei locali, protagonista ancora Boiardi, Savarese (8 punti in un amen), Farruggio galleggiando in area, ma è tutta l’Olimpia a fare un bellissimo gioco d’attacco concluso con azioni ben costruite al limite dei 24 secondi.

Gli ultimi 6 minuti sono “garbage time”, entra il giovane La Manna per vero mai coinvolto nel gioco d’attacco, dov’è “one man show” di  Alescio, il quale  produce d’orgoglio 13 punti (dei suoi 32 totali col 52% dal campo) del 19-2 di contro break finale che serve a mascherare una sconfitta più ampia di quanto non dica il punteggio.

Apprensione a meno 3.47 per Occhipinti che dopo una penetrazione stramazza al suolo ferendosi alla testa.

Alla fine la “premiata ditta” Occhipinti-Boiardi-Savarese mette a segno la bellezza di 63 punti coadiuvato dai 17 del lungo Turner: Comiso potrà recitare il ruolo di “matricola terribile”.

Allo Sporting Club Adrano l’augurio di crescere  e giocare a ranghi compatti lungo il girone d’andata per arrivare a giocarsi la rivincita in casa iblea.

 

 

 

In alto