Archivio

“ETNA COMICS” dal 30 maggio al 2 giugno: alle Ciminiere la V edizione del festival internazionale del fumetto e della cultura pop

A cura di Ornella Fichera

«Una manifestazione che dà lustro alla città anche oltre i confini nazionali»: così il sindaco di Catania Enzo Bianco ha presentato la V edizione di “Etna Comics”, l’appuntamento internazionale che celebra il fumetto e la cultura pop in programma dal 30 maggio al 2 giugno nel centro fieristico Le Ciminiere. Accanto al Sindaco, il direttore di Etna Comics Antonio Mannino con il suo vice Dario Cherubino, l’Art Assistant Salvo Di Paola, l’assessore alla Cultura e al Turismo Orazio Licandro ed il consulente per il marketing territoriale Livio Gigliuto.
Il festival “Etna Comics” è diventato ormai un’eccellenza nazionale nonché una ricchezza per Catania, trattandosi di un buon esempio di destagionalizzazione del turismo: grazie ad esso, che lo scorso anno ha fatto registrare la presenza di 50.000 visitatori, le strutture ricettive accolgono migliaia di giovani che invadono la città, stimolando l’offerta sul piano culturale, musicale e artistico.
Durante la manifestazione verrà consegnato l’elefantino d’argento a un ospite, l’attore hollywoodiano Rutger Hauer, famoso protagonista del film “Blade Runner”, al quale va un riconoscimento per il suo contributo alla cultura pop, e che terrà anche una lezione di cinema.
Il direttore di Etna Comics Mannino ha annunciato che il 70% del ricavato dell’asta delle opere donate dai numerosi disegnatori ospiti di “Etna Comics” sarà devoluto quest’anno a un progetto per la realizzazione di una bambinopoli nel territorio di Catania.
L’Assessore Licandro ha ricordato che anche quest’anno i visitatori con braccialetto al polso potranno usufruire gratuitamente dei mezzi Amt che servono la zona.
Dunque giovani, adulti, bambini, appassionati di fumetti, cosplay, anime, videogames e concerti pop sono invitati dal 30 maggio al 2 giugno alle Ciminiere per una quattro giorni di puro divertimento.

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

In alto