Archivio

Etna in eruzione dal Nuovo Cratere di Sud-Est. Si teme per la cenere

Catania. Nella notte tra l’11 e il 12 maggio, dopo oltre tre mesi di quiete, l’Etna è tornata ad eruttare. Dal Nuovo Cratere di Sud Est è in corso un’attività stromboliana, con esplosioni e boati che hanno causato anche un sensibile aumento del tremore vulcanico. La situazione è monitorata dagli esperti dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

Al momento, eventuali emissioni di cenere fanno temere ad un blocco all’aeroporto Vincenzo Bellini di Catania considerato che al momento il vento potrebbe spingerle proprio in direzione del capoluogo etneo.

Saremo in grado di dare ulteriori aggiornamenti nelle prossime ore.

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

In alto