Cronaca

Ex Qè: Il presidente della Commissione Lavoro alla Camera domani a Palazzo Alessi

PATERNO’. Solidarietà e calore. Almeno quelli non sono mai mancati in questi ultimi nove giorni di occupazione ad oltranza. Gli ex lavoratori Qè continuano ad occupare Palazzo Alessi ed in queste lunghe giornate tantissime sono state le manifestazioni di solidarietà da ogni parte. In primis dai paternesi, dalle istituzioni locali,dal sindaco Nino Naso, ogni giorno a fianco degli ex lavoratori, dalle tante associazioni così come dal mondo della politica. 

Tante le visite che in questi giorni si sono susseguite e che non hanno mai fatto sentire soli gli ex dipendenti dell’ex Qè.  Da Giacomo Rota segretario generale Cgil Catania a Luisa Albanella Dagli studenti  della Piazzetta di Catania, l’Associazione Forense Paternò; l’on.Giuseppe Zitelli , Davide Foti segretario generale Filcams Cgil Catania, Giorgio Caggegi per ANCL consulenti del lavoro, Michele Messina e Salvo La Spina del centro per l’impiego di Paternò, l’on. Claudio Fava,  Michele Vivaldi segretario FLC Cgil Catania,  Paolino Mangano e Pippo Castelli dell’Mdp di Catania, i consiglieri comunali di Ragalna, Mons.Gristina, l’on.Giovanni Burtone, on. Ornella Bartorotta del M5S, i rappresentanti sindacali di Almaviva, Vittorio Bertone di Mdp,  i lavoratori di StMicroeletronics , Misericordia Paternò, Angelo Villaria e Concetta Raia, una delegazione delle lavoratrici Ipab di Paternò, la parrocchia Cristo Re, i lavoratori dell’agenzia Olimpia, da nove mesi senza stipendio, sino all’associazione Alzheimer Paternò proprio questo pomeriggio. 

Intanto dopo il consiglio comunale straordinario sabato scorso e la notizia per la quale il presidente della Regione  siciliana, Musumeci, avrebbe convocato in settimana un tavolo di concertazione tra le parti  domani alle  12:30 al comune di Paternò arriverà Cesare Damiano, presidente della Commissione Lavoro alla Camera, per un incontro con i lavoratori. Chissà se sarà la volta buona per dare un senso a tanti sacrifici e privazioni di questi giorni indimenticabili. 

 

In alto