Cronaca

Expo del pistacchio, a Bronte attesi 100mila visitatori

La Sagra del Pistacchio di Bronte giunge alla 30^ edizione. Le date del 2019

BRONTE – Giunge alla 30^ edizione la Sagra del Pistacchio, oramai denominata Expo del Pistacchio. Dopo il numero record di presenze dello scorso anno, nel 2019 si attendono 100mila visitatori nei due weekend della manifestazione.

Dal 27 al 29 settembre e dal 4 al 6 ottobre, l’Oro Verde torna protagonista e l’amministrazione Calanna è al lavoro da tempo per organizzare al meglio l’evento. 

In questi ultimi giorni è stato fatto un focus sulla sicurezza con un vertice a cui hanno partecipato il sindaco di Bronte, Graziano Calanna, le Forze dell’Ordine, l’Anas e gli ispettori dell’Asp.

“L’Expo del pistacchio – ha affermato il sindaco in apertura dopo aver ringraziato i presenti – è famoso per esporre il pistacchio più buono al mondo. Lo scorso anno abbiamo registrato un record di presenze e quest’anno, in occasione della 30’ edizione, le attese sono tante. Per questo l’organizzazione deve essere impeccabile, affinché sicurezza, ordine pubblico e traffico siano sempre sotto controllo”.

Alla fine è stato deciso di seguire il modello organizzativo dettato dal Ministero dell’Interno per garantire alti livelli di sicurezza in occasione di manifestazioni pubbliche.

Un modello che prevede l’istituzione di vari varchi di accesso controllati alla zona frequentata dal pubblico, con l’Ufficio tecnico del Comune che sta redigendo un piano di sicurezza che preveda efficaci vie di fuga.

Gli stand, inoltre, dovranno avere tutti l’estintore in caso di incendio e dotarsi di tutti i requisiti previsti per la sicurezza.

Ma non solo. Particolare attenzione sarà riservata alla tutela della Salute pubblica. Sarà vietata la vendita di qualsiasi cibo che non rispetti regole e norme igienico sanitarie.

“Tutto questo – conclude il sindaco – per tutelare i visitatori che vengono a trovarci. Il pistacchio di Bronte è uno dei prodotti tipici più importanti della Sicilia e l’Expo, che è la sua vetrina migliore, deve anche essere esempio di rispetto delle regole”.

 

In alto