- La Gazzetta Catanese - http://www.lagazzettacatanese.it -

F1: ecco chi è Carlo Sainz Jr, il nuovo pilota della Ferrari

In Formula 1 non è ancora cominciata la stagione 2020, che già si pensa al 2021. La Ferrari ha infatti annunciato l’addio a fine anno di Sebastian Vettel, al suo posto correrà lo spagnolo proveniente dalla McLaren e figlio di Carlo Sainz, campione del mondo nel 1990 e 1992 nel Rally. Il nuovo pilota affiancherà Charles Leclerc, con il compito di far trionfare la Ferrari, a secco nel mondiale dal 2007, quando a vincere fu Kimi Raikkonen  L’approdo a Maranello rappresenta il passo più importante nella carriera di Carlos Sainz [1],  desideroso di riportare al successo la scuderia di Maranello.

Lo spagnolo, classe 1994, ha cominciato a correre a nove anni con i kart, mosso da una passione per i motori che, oltre che dal padre, gli è stata trasmessa anche dallo zio. Il primo approccio con la Formula 1 è arrivato nel 2013 quando fece dei test con Toro Rosso e Red Bull, prima di ottenere la sua prima monoposto nella stagione 2015. Nel 2019 ottiene il suo primo podio nella sua carriera in Brasile: è il primo anno in McLaren dopo un biennio alla Renault, che ha salutato per far post a Daniel Ricciardo; la curiosità è che quest’ultimo era insieme a Sainz Jr tra i candidati per sostituire Vettel in Ferrari.

Il neoferrarista ha un forte carattere e lo ha dimostrato dichiarando che lui non ha firmato per fare il secondo pilota [2], avvisando quindi il suo futuro compagno Leclerc, da  molti considerato un astro nascente e futuro campione del mondo. La Ferrari ha quindi il compito di far coesistere i due piloti, soprattutto se entrambi fossero in lotta per la classifica piloti. Del pilota spagnolo molti apprezzano la capacità di saper leggere la strategia di gara, partendo anche dalle prove libere, una scelta da non trascurare e che potrebbe servire alla casa di Maranello per evitare gli errori commessi in passato.

Carlos Sainz Jr ha vinto la concorrenza di altri piloti, tra cui Antonio Giovinazzi, infrangendo il sogno di chi avrebbe voluto dopo anni di nuovo un pilota italiano correre in Ferrari. L’obiettivo dello spagnolo è quello di riportare alla vittoria la scuderia di Maranello, da tredici anni senza vittorie e con molte delusioni, magari ripetendo quanto successo nell’anno dell’ultima vittoria, quando si ribaltarono le gerarchie e il primo pilota designato, Felipe Massa, si trovò costretto a collaborare con Kimi Raikkonen, aiutandolo nella vittoria finale.

La scelta dello spagnolo a Maranello secondo alcuni esperti è dettata sia da motivi economici, sia da motivi tecnici. Il suo ingaggio è basso rispetto agli altri piloti sondati a Maranello, inoltre Sainz Jr è sempre moto attento allo sviluppo della macchina, avendo anche uno stile di guida simile a quello del compagno Charles Leclerc, il cui manager, Nicolas Todt è grande amico del pilota spagnolo. La Ferrari avrà puntato sul pilota giusto?