Cronaca

Fallimento Wind Jet, arrestati Pulvirenti e Rantuccio

Catania. In esecuzione di un’ordinanza emessa dal Gip del Tribunale di Catania, la Guardia di Finanza ha tratto in arresto Antonino Pulvirenti (ex presidente del Catania) e Stefano Rantuccio, rispettivamente presidente e amministratore delegato della compagnia aerea Wind Jet. L’accusa è quella di bancarotta fraudolenta.

È stata denominata operazione “Icaro” l’indagine che ha portato all’arresto del patron del Calcio Catania. Dalla cessione di Wind Jet ad Alitalia, poi andata a vuoto nel 2012, alla cessata attività: i bilanci della società sono stati messi sotto controllo e, secondo gli inquirenti, sono emerse delle enormi falle che hanno poi causato il dissesto. Un passivo di oltre 230 milioni, oltre 40 di questi dovuti all’erario, e bilanci gonfiati e mascherati grazie all’enorme quantità di biglietti venduti.

Ad Antonino Pulvirenti sono stati sequestrati circa 5 milioni di euro su conti all’estero e, oltre Stefano Randuccio, vi sono altre quindici persone, tra dirigenti, imprenditori e commercialisti, coinvolte a vario titolo nell’inchiesta. Le indagini sono ancora in corso. Pulvirenti è stato relegato agli arresti domiciliari

 

In alto