Politica

Francesco La Rosa (FI): Asfalto sul sagrato della Cattedrale. Ennesimo sfregio alla nostra Catania

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

Il sindaco Bianco giorni fa parlava di Catania come una Città a forte vocazione turistica, come non essere d’accordo; dall’arte barocca passando alle testimonianze delle civiltà romana e greca la nostra Città custodisce una storia millenaria da far invidia a tante altre città italiane.
Peccato che molto spesso l’incuria e la cattiva gestione ci offrono scene deplorevoli che non fanno onore alla nostra Città.
In queste ore fa il giro del web lo scempio compiuto davanti il sagrato delle cattedrale. Una colata d’asfalto nero gettato sulla pavimentazione ottocentesca di marmo del Duomo. Un vero e propri obbrobrio . Un crimine contro la bellezza e la storia di Catania. Un offesa all’orgoglio e all’identità di noi catanesi.
Da quanto emerso, l’intervento, compiuto il 10 dicembre dagli operai comunali della Multiservizi, è stato concordato dai vertici della Curia catanese con l’Assessorato ai Lavori Pubblici. Il tutto senza alcuna autorizzazione della Sovrintendenza dei Beni Culturali.
È davvero sconvolgente come  talvolta si possa deteriorare quanto di più prezioso possediamo. Si tratta di un atto ai danni del Bello e del Bene Comune, causato dalla negligenza di chi dovrebbe amministrare e preservare le nostre perle artistiche. Ciò che mi stupisce maggiormente è il disinteresse più totale da parte del nostro sindaco Bianco, che, forse impegnato tra inaugurazioni di semafori passerelle varie, non trova tempo per occuparsi dei veri problemi della città.
Chiediamo all’Assessore ai Lavori Pubblici Luigi Bosco un solerte intervento per ripristinare la pavimentazione risalente al 1857 e ridare ai catanesi ciò che il tempo non ha negato.

 

In alto