Eventi

“Fuori la mafia dal Comune”: il M5S Catania aderisce al corteo cittadino – di Ornella Fichera

foto Municipio Catania

Le intercettazioni telefoniche tra Enzo Bianco e l’editore Mario Ciancio, il mega progetto del Pua e la gestione del Porto, le presunte infiltrazioni mafiose in Consiglio comunale e l’inaugurazione di una strada, con sindaco e assessore in prima fila insieme all’amministratore della discoteca Empire finito nel mirino della Procura di Catania, sono solo gli ultimi tasselli di un mosaico che al Movimento 5 Stelle non piace.
Questo quanto affermato in un comunicato stampa diffuso dalla sezione di Catania, con il quale i rappresentati del Movimento dichiarano il loro totale disaccordo con il modus operandi del sindaco della città Enzo Bianco, il quale, a detta loro, non poteva non sapere che il principale editore della Sicilia, con cui chiacchierava amabilmente al telefono di Pua e campagna elettorale, fosse sotto inchiesta per mafia o che il gestore dell’Empire fosse, secondo la Procura di Catania, il prestanome di un boss mafioso.
Troppe zone grigie, dubbi e risposte vaghe da parte di un sindaco che invece – si apprende ancora dal comunicato stampa – dovrebbe conoscere il suo territorio per proteggerlo dalla mafia e dall’illegalità.
Questo il motivo che spinge il Movimento 5 Stelle di Catania a chiedere con forza che Bianco e la sua Giunta si dimettano. «Vogliamo liberare Catania dalle ombre della mafia e dall’amministrazione Bianco, incapace di governarla!» le loro parole.
La terra di Sicilia in genere e Catania hanno pagato un prezzo troppo alto in termini di vite umane e di mancato sviluppo per colpa della mafia e della criminalità. E’ tempo di voltare pagina ed occorre farlo innanzitutto utilizzando la cultura come strumento per la legalità, la lotta alla mafia e la corruzione.
“La mafia fuori da Catania” è uno slogan che tutti potremmo sottoscrivere, se non fosse strumentalizzato come spesso avviene. E’ necessario praticarlo, non solo sottoscriverlo, sostenendo chi in questi anni – da Libera, ad Addio Pizzo, dalle forze dell’ordine alla Magistratura – combatte contro la mafia.

Il primo Network in franchising di quotidiani online

Testata giornalistica ai sensi della Legge 103/2012. Direttore Responsabile Dario Lazzaro. Tutti i contenuti de lagazzettacatanese.it sono di proprietà di Associazione Il Cirneco, C.F.: 93197970879
Per i comunicati stampa, testi e immagini dovranno essere inviati alla email [email protected]
Per la tua pubblicità su questa testata: Responsabile commerciale Simone Cirami – [email protected] – Mob: +39 327 77 03 240.

Scarica l'App de LaGazzettaCatanese.it

Copyright © 2015 Associazione Il Cirneco

In alto