Eventi

G7, in Sicilia ritorna Paul Connett a rilanciare la strategia “Rifiuti Zero”

CATANIA – Partirà proprio da Catania, giovedi 25 maggio, il nuovo tour di Paul Connett in Sicilia. Un’occasione importante per parlare di gestione dei rifiuti non soltanto per la nostra regione, che vanta il triste record emergenziale (18 anni) ed il peggior tasso di raccolta differenziata, ma anche per i capi di stato che si riuniscono proprio questa settimana a Taormina, in occasione del G7.

Paul Connett, prof. emerito di chimica e tossicologia presso la St. Lawrence University, Canton, NY, è l’ideatore e l’instancabile promotore della strategia Rifiuti Zero nel mondo. Numerose le sue visite in Sicilia durante i tour italiani, sin da quando partì la lotta agli inceneritori programmati nel Piano Regionale dei Rifiuti di Cuffaro. 

Catania, Augusta, Paternò e Bagheria. Queste le quattro tappe che vedranno protagonista Paul Connett in questo tour dedicato al G7 di Taormina:

Si partirà da Catania giovedi 25 maggio alle ore 17:00 presso la sede della Presidenza della Regione (ex Palazzo ESA) con un convegno intitolato “La Sicilia verso l’economia circolare e la sostenibilità ambientale con rifiuti zero”. L’incontro è stato fortemente voluto dal Dirigente dell’Ufficio Speciale Differenziata della Regione Siciliana Salvatore Cocina, da Zero Waste Italy e dal Centro di Ricerca Rifiuti Zero di Capannori. Interverranno sindaci e amministratori delle SRR, il Comune di Catania, l’ANCI Sicilia, Zero Waste Italy, Rifiuti Zero Sicilia, Legambiente e altre associazioni. Invitato a partecipare anche il presidente della regione Rosario Crocetta

Venerdi 26 maggio, alle ore 11:00, presso il Salone Rocco Chinnici del Comune di Augusta si terrà il convegno “La strategia Rifiuti Zero: dieci passi verso la sostenibilità”. Nell’occasione l’amministrazione comunale avrà modo di relazionare sul progetto sulla riduzione dei rifiuti denominato “Fare con Meno”.

Nella stessa giornata, alle ore 17:00, Paul Connett tornerà in provincia di Catania per partecipare all’Assemblea del Patto di Fiume Simeto. L’incontro si terrà a Paternò nei locali di Palazzo delle Arti (ex ospedale) e sarà l’occasione per i dieci comuni della Valle del Simeto aderenti al Patto di relazionare sulle proprie esperienze, sui successi e sulle difficoltà riscontrate nell’attuare la strategia.

L’ultima tappa del tour di Paul Connett in Sicilia sarà a Bagheria, in un convegno che come per Augusta avrà come tema “La strategia Rifiuti Zero: dieci passi verso la sostenibilità”. 

La tappa paternese assume un’importanza particolare visto il periodo che il territorio simetino sta attraversando: negli ultimi mesi prima a Belpasso e poi a Motta Sant’Anastasia è stata presentata, da parte di una multinazionale svizzera, la richiesta di costruire un inceneritore proprio a ridosso del fiume.

Al momento da parte delle due amministrazioni (Belpasso immediatamente, Motta dopo una forte protesta popolare) è arrivato un diniego, ma nel frattempo voci sempre più insistenti parlano di un possibile impianto di incenerimento che dovrebbe sorgere in territorio di Biancavilla, comune che ha aderito alla Strategia Rifiuti Zero oltre che al Patto di Fiume Simeto. 

A tal proposito non sono rimaste a guardare le associazioni locali: nei giorni scorsi i presidenti del Presidio Partecipativo del Patto di Fiume Simeto, Silvana Ranza, e del Biodistretto del Simeto, Salvatore Maurici, hanno inviato una lettera al primo cittadino biancavillese Giuseppe Glorioso per chiedere delucidazioni in merito. IRSSAT e Rifiuti Zero Sicilia si sono invece rivolti al sindaco di Adrano, Giuseppe Ferrante, in qualità di referente territoriale nella Strategia Nazionale Aree Interne, individuata nei comuni di Adrano, Biancavilla e Centuripe proprio in virtù dell’unione fra cittadini e associazioni nata con la lotta all’inceneritore che doveva sorgere a Paternò ed alla “fabbrica dei veleni” che sarebbe dovuta sorgere ad Adrano.

In alto