Archivio

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: l’amministrazione catanese incontra le scuole – di Ornella Fichera

Incontro in Municipio promosso dal Sindaco di Catania Enzo Bianco e dall’assessore alle Pari Opportunità Valentina Scialfa, in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, tra l’amministrazione e gli studenti dell’istituto superiore G. B. Vaccarini. Ad essere promossi il valore della responsabilità e le azioni a favore della parità e del rispetto reciproco tra uomini e donne.
E’ necessario ripensare la relazione uomo-donna: questo il punto di vista dei giovani studenti. Alla conferenza sono intervenuti tra gli altri: la coordinatrice Fnism-Sicilia e Toponomastica femminile, Pina Arena, la dirigente scolastica Salvina Gemmellaro, e ancora Pierangelo Spadaro e Giulio Ciccia, rispettivamente presidente e vicepresidente della Consulta comunale dei giovani, la psicologa dell’associazione Thamaia,Vita Salvo e rappresentanti del Comando dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

«E’ una gioia – ha detto il Sindaco – vedere tra i banchi del Consiglio comunale così tante ragazze e ragazzi che con le loro testimonianze hanno arricchito il Palazzo di freschezza, determinazione, sensibilità. Quest’incontro ha un valore simbolico ma soprattutto ha un importante carattere educativo, e questo è uno dei due ambiti fondamentali per il contrasto della violenza sulle donne. Il primo è sicuramente l’incremento della capacità repressiva nei confronti di chi commette reati, spesso considerati minori perché avvengono dentro le mura domestiche, il secondo è il rafforzamento della rete di assistenza e sostegno alle donne vittime di violenza».

Il Sindaco ha poi risposto alle tante richieste formulate dai ragazzi nel corso dell’incontro, mettendo anche a disposizione un sito come il Palazzo della Cultura per iniziative di sensibilizzazione, tra letteratura, cinema e aperitivi, gestite direttamente dai ragazzi.
Tra gli interventi, un appello a uomini e donne perché possano vivere nel rispetto reciproco, proposte per arricchire gli spazi esterni delle scuole con simboli della lotta alla violenza o addirittura con il giardino dei giusti e delle giuste (ponendo Catania a modello nazionale), richieste per manifestazioni tematiche o per la realizzare di cartine dove si evidenzi la toponomastica femminile. E inoltre il richiamo alla sicurezza delle donne sulle strade, soprattutto di sera, con la proposta di un numero di pronto-aiuto e di specifici canali di comunicazione, e ancora la lotta alla tratta delle donne, o la richiesta di modifica di regolamenti che registrino un “linguaggio maschile”.

«L’Amministrazione – ha sottolineato l’assessore Valentina Scialfa – sta portando avanti, per volere del Sindaco, azioni concrete che hanno come protagonisti i giovani e sono indirizzate alla formazione e all’informazione nelle scuole, iniziative più che mai necessarie se ancora oggi nel mondo il 35% delle donne subisce violenza e troppo spesso la differenza genetica è vista come un disvalore. Voglio ringraziare i ragazzi perché sanno e sapranno farsi speciali portatori di dialogo per il mondo di domani».

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

In alto