Cronaca

Giornata internazionale delle persone con disabilità 2019

Il messaggio di Papa Francesco a favore della cultura dell’incontro e della vita di qualità, avvicina a “la Città Accessibile” di Carmelo Mazzaglia

È lo sguardo di fede che vede in ogni fratello e sorella la presenza di Cristo stesso, che ritiene fatto a sé ogni gesto d’amore verso i fratelli più piccoli (Matteo 25,40), che permette il realizzarsi della Città Accessibile voluta da Carmelo Mazzaglia: “siamo chiamati a riconoscere in ogni persona con disabilità, un singolare apporto al bene comune attraverso la propria originale biografia. Riconoscere la dignità di ciascuno, ben sapendo che essa non dipende dalla funzionalità dei cinque sensi (Colloquio con i partecipanti al convegno CEI sulla disabilità, 11 giugno 2016).

 Fare buone le leggi ( http://questionegiustizia.it/rivista/2018/3/la-partecipazione-del-disabile-alla-vita-sociale_555.ph) e abbattere le barriere fisiche è importante, ma non basta, se non cambia anche la mentalità, se non si supera una cultura diffusa che continua a produrre disuguaglianze, impedendo alle persone con disabilità la partecipazione attiva nella vita ordinaria.

Una persona con disabilità, per costruirsi, ha bisogno non solo di esistere ma anche di appartenere ad una comunità.

Un plauso va riconosciuto all’oratorio dell’Annunziata di Biancavilla per la serata dedicata alla sensibilizzazione di fanciulli e famiglie  lo scorso 29 novembre, e all’invito al confronto lanciato dal presidente A. Magra dell’associazione “Insieme”.

L’Associazione Città Accessibile si appresta al lancio della quarta edizione dei No Limits Olimpic Games per gli alunni delle quarte e quinte classi delle scuole elementari.   

In alto