Salute & Benessere

Giornata internazionale dell’infermiere, nuovi orizzonti per la professione

CATANIA – Il 12 maggio si celebra la “Giornata Internazionale dell’Infermiere”, una ricorrenza che ha lo scopo di valorizzare la figura dell’infermiere nella società.

Una figura che, nel tempo, è diventata sempre più specializzata e professionale, acquisendo competenze e responsabilità per nulla secondari. 

L’introduzione di una giornata dedicata a questi professionisti si deve al Consiglio Internazionale degli Infermieri, che l’ha istituita nel 1965. La scelta del 12 maggio, però, risale al 1974, e avvenne per ricordare di Florence Nightingale (considerata la fondatrice della moderna assistenza infermieristica). 

In Italia l’IPASVI (Federazione Nazionale Collegi Infermieri) sostiene dal 1992 la Giornata Internazionale dell’Infermiere anche con la diffusione di manifesti che sottolineano l’impegno degli infermieri italiani sui temi della solidarietà e dell’alleanza con i pazienti e le loro famiglie. 

I ruoli e le responsabilità degli infermieri aumentano sempre di più, a conferma del fatto che si tratti di una professione importante e sempre più in crescita. Da ricordare l’aggiornamento normativo avvenuto con l’introduzione della legge 24/2017 e la possibilità di essere chiamati in causa nei tribunali in qualità di esperti. 

A proposito di aggiornamento professionale, lo scorso 6 maggio si è svolto a Catania, presso l’aula rossa dell’Azienda Ospedaliera per l’Emergenza Cannizzaro (che ha patrocinato l’evento) il corso denominato “Gli ultrasuoni nella pratica assistenziale : venipuntura eco guidata, picc ed altro….“. 

Organizzato da AIILF Sicilia, si è trattato di un importante aggiornamento che ha coinvolto 32 discenti tra medici ed infermieri. 

Il direttore scientifico Dott. Mario Scuderi, con il coordinatore del AIILF Sicilia Dottor Vincenzo D’Agate ed i dottori Cammarata, Di Salvo, Ciraldo, Tallarita e la speciale collaborazione di David Simone Vinci hanno ideato e sviluppato un corso teorico-pratico in linea alla nuova disciplina dell’ecofast, una nuova tecnica ecografica ad appannaggio infermieristico per aiutare questi a dare un codice colore adatto nel triage del pronto soccorso. Un aggiornamento di grande utilità ai medici poichè aiuta a fare una più rapida diagnosi e quindi un più rapido percorso diagnostico-terapeutico agli utenti all’interno dei Pronto Soccorso.

La seconda parte del corso è stato incentrato sull’uso della stessi ultrasuoni nella venipuntura con i nuovi dispositivi PICC “cateteri centrali ad inserzione periferica” nuovi device che hanno il vantaggio di abbattere le infezioni microbiche da catetere venoso centrale con conseguente risparmio in termini di giorni di degenza di antibioticoterapiadi mobilità e moralità, oltre a garantire un minore disagio per il paziente stesso, in quanto il device viene applicato dal braccio sino ad arrivare nella vena cava del cuore. 

Il corso prevedeva una parte pratica su soggetti sani ed esercitazioni su tacchini. i quali sono stati abilmente incannulati con dei lacci emostatici a simulazione del letto vascolare.

AIILF Sicilia ringrazia tutti i 32 partecipanti, il direttore generale dell’Azienda Ospedaliera per l’Emergenza Cannizzaro dottore Angelo Pellicanò e il provider Cosmopolis. 

In alto