Salute & Benessere

Globesity, al via il progetto rivolto a mamme e bambini per la promozione della sana alimentazione e dell’attività fisica – di Ornella Fichera

Si chiama “Globesity. Mamme in cucina. Mangiare con gusto e muoversi in salute” il progetto realizzato dalla Fei (Fondazione italiana per l’educazione alimentare) e dal Sian dell’Asp di Catania (Servizio igiene alimenti e nutrizione), con il patrocinio dall’Assessorato regionale alla Salute e dal Cefpas, rivolto a 60 donne, con figli in età compresa tra i 6 e gli 10 anni, residenti nel quartiere Librino.
Scopo del progetto è quello di promuovere uno stile vita basato sulla sana alimentazione e la regolare attività fisica, attraverso una serie di incontri teorico-pratici.

«Il progetto – spiega il dr. Giuseppe Giammanco, manager dell’Asp di Catania -, in linea con le indicazioni regionali, è individuato come progetto pilota di prevenzione primaria per arginare il fenomeno sovrappeso/obesità, che molte volte sfocia in altre malattie».

«Le attività – afferma il dr. Francesco Leonardi, vice presidente della Fei – sono finalizzate ad indurre durevoli modifiche salutari nello stile di vita delle donne e dei loro nuclei familiari, prevedendo anche il coinvolgimento di differenti attori, istituzionali e non, con la creazione di una rete operativa multi professionale».

I tre percorsi formativi avviati – nelle giornate del 12, 18 e del prossimo 25 gennaio – hanno la durata di 30 ore, strutturati in 10 moduli di 3 ore ciascuno, e si svolgono in tre sedi:

«I risultati del progetto – anticipa il dr. Salvatore Requirez, dirigente del Servizio 2 Dasoe (Dipartimento per le attività sanitarie e osservatorio epidemiologico) – verranno successivamente divulgati a tutte le Asp della Sicilia quale proposta operativa per la promozione di stili di vita salutari».

I corsi, in funzione delle esigenze formative, verranno svolti in tre sedi: presso l’Istituto “Pestalozzi”, che mette a disposizione sia la cucina didattica (per le mamme), sia la palestra (per i bambini); presso la sede dell’associazione Talità Kum, che mette a disposizione la propria struttura multifunzionale dedicata al quartiere; e presso la cucina didattica dell’Asp di Catania sita in Via Santo Bambino.

In alto