Sport

Good-bye Mr. Ennis Wathley

“Sporting Club Adrano and Armata bianconera” can do without you
La fuga del giocatore americano è l’occasione per rinforzare il team-spirit della rivelazione del campionato di C Silver 2018/19

Sbaglia il giovane tifoso del “l’Armata bianconera” a considerare casuale la prestazione incolore del giocatore americano nell’ultima partita casalinga contro la Basket School Messina. Il 7/23 al tiro dal campo 30% se paragonato al 43% di squadra, prova che andar da soli in velocità contro una squadra di media classifica qual è il Basket School Messina attuale non è cestisticamente molto intelligente.
Bravo l’allenatore Giorgio Bonanno a richiamarti in panchina quando non sei tornato in difesa, così da dare un segnale inequivoco a tutti: la risalita del secondo tempo, dal meno 13 parte proprio dalla difesa che ha concesso la miseria di 24 punti totali ai messinesi, contro i 40 del primo tempo di gioco. Dalla difesa, tanto cara al nostro Messina Ettore, assistant coach di lusso ai San Antonio Spurs Nba, ha preso il là il vero gioco di squadra in transizione- attacco, con le giuste spaziature tra giocatori e assists: bellissimi i tuoi tre di fila! soprattutto quello “volley” a Bascetta Dario, segno che in fondo le cure del coach Bonanno ti sono servite eccome! (27 punti di squadra nell’ultimo quarto al 69% dal campo, 2 stoppate, 3 palle recuperate, 4 assist totali).
Come son servite per es. alla metamorfosi di Mauro Bascetta, gestitosi nella difficile situazione falli personali, 5/9 dal campo, con scelte tutte indovinate nell’ultimo quarto di questa partita; pure autore dell’assist risolutivo per Fabrizio Amoroso nell’eroico finale di partita di Capo d’Orlando di qualche giornata fa: giocata spot di tutto il percorso di crescita di squadra e società che grazie alle scelte tecniche azzeccate è riuscita da neo promossa a raggiungere l’attuale record di 7 vinte/ 4 perse (quarta posizione in classifica).
Onore al pivot bulgaro R. Kolev del Basket School Messina per aver salutato i ragazzi dell’Armata, come al solito sesto uomo in campo nei momenti decisivi.
D’ora in poi si cercherà di trovare un nuovo equilibrio tra esterni, giovani e il futuro acquisto di mercato, probabilmente un lungo (speriamo simile a Maurizio Grasso) per conseguire il prestigioso obiettivo di conservare la permanenza nella C Silver, massimo campionato regionale di Basket, seconda massima competizione mai raggiunta dallo Sporting Club Adrano, dopo la C1 interregionale di un decennio fa.
Grazie a Giulio Bascetta per le foto.

In alto