Cultura

Happening della Solidarietà

Catania palcoscenico del Welfare che cambia
Torna l’Happening della Solidarietà, 11 e 12 dicembre protagonista l’impresa a impatto sociale

Impresa sociale, innovazione, giovani, disabilità e cultura, questi alcuni dei temi che la XIX edizione dell’Happening della Solidarietà, patrocinata dal comune di Catania e presentata oggi nella Sala Giunta di Palazzo degli Elefanti, affronterà con gli esponenti più illustri del settore.

A fare gli onori di casa il Sindaco del capoluogo etneo Salvo Pogliese, l’Assessore ai Servizi Sociali e Politiche per la Famiglia Giuseppe Lombardo e il Consigliere Comunale Sebastiano Anastasi.

“Abbiamo sempre creduto nel ruolo fondamentale del Terzo Settore – ha dichiarato il Sindaco Salvo Pogliese -. Siamo fieri di ospitare e patrocinare l’Happening della Solidarietà, che renderà protagonista la città di Catania in una due giorni ricca di incontri, formazione e tematiche legate al welfare e allo sviluppo locale”.

Un dialogo aperto tra privato sociale e pubbliche amministrazioni come ha sottolineato l’Assessore Giuseppe Lombardo. “Ritengo che i due giorni dell’Happening della Solidarietà siano preziosi non soltanto per operatori sociali e cooperatori, ma anche per la Pubblica Amministrazione perché le analisi e i contributi che emergeranno durante l’evento saranno utili a plasmare il welfare nei prossimi anni”.

“L’evento di respiro nazionale – commenta Sergio Mondello, Presidente del Consorzio Sol.Co. -, è diventato l’appuntamento del Terzo Settore più importante al Sud. Il tema scelto per questa nuova edizione “Generazioni D’Impatto, ridisegnare il welfare per le comunità” vuole analizzare insieme a cittadini, cooperatori, imprenditori e Pubblica Amministrazione l’influenza che il Terzo Settore, ridisegnato dalla recente riforma, può e deve esercitare nell’elaborazione e gestione delle politiche pubbliche e nel mondo produttivo”.

L’evento sarà articolato in più sessioni a partire dalla mattina dell’11 dicembre, che si aprirà con l’Happening Giovani. Studenti e giovani professionisti incontreranno Imprenditori, Startupper e Università in una sessione intitolata proprio “Generazioni d’Impatto” e dedicata a chi, simbolicamente e concretamente rappresenta il futuro di un Sud da cui non bisogna più fuggire. Un’occasione di dialogo serrato sul mondo dell’impresa che cambia velocemente, in un assetto formativo e interattivo che garantisca l’opportunità di comprendere come energie e talenti possono tradursi in “impatto” nel mondo produttivo in quella che, certamente, è una nuova rivoluzione industriale.
Nel pomeriggio a partire dalle 15.30 l’ufficiale apertura dei lavori in una sessione dedicata a “Ridisegnare il welfare”. Il taglio del nastro si concentrerà su un’analisi tecnica e ideale sulla necessità di modificare i paradigmi dell’azione pubblico/privata per generare benessere nelle comunità in un ecosistema globale e iperconnesso. Dal dialogo con le pubbliche amministrazioni all’azione imprenditoriale che guardi all’impresa sociale e alla responsabilità sociale, il dibattito non si soffermerà solo sulla Riforma del terzo settore ma sulla necessità di cambiare paradigmi produttivi mantenendo fermo il riferimento ai “valori”.
Alle 19.30 “Cunti di Vino”, aperitivo di beneficenza per supportare il “Centro Respiro”, uno spazio ideato e gestito dall’associazione Autismo Oltre Onlus, all’interno del Parco commerciale I Portali per i bambini e ragazzi con autismo.
“Sono genitore di un bambino con autismo – ha aggiunto durante la conferenza stampa il Presidente dell’associazione Autismo Oltre Enrico Orsolini – e più volte ho dovuto rinunciare a frequentare i centri commerciali perché la musica troppo alta, le luci e la confusione innervosiscono i nostri ragazzi. Avere la possibilità di usufruire di uno spazio accogliente e delicato per i nostri figli, aiuta anche noi familiari a gestire un tempo di normalità”.
La seconda giornata, il 12 dicembre si apre con ”In autonomia”, momento di approfondimento su Disabilità e Società, all’interno del quale dialogheremo concentrandoci su aspetti specifici quali il caregiving familiare e l’accessibilità del viaggio e del turismo. In questo contesto, qual è il ruolo del terzo settore? Esiste un reale processo di deospedalizzazione? Quale diritto alla mobilità e al “viaggio” è garantito”? Quale riconoscimento per i caregiver? Un confronto con gli operatori del settore e con le amministrazioni per costruire un’autonomia possibile.
A chiudere il 19° Happening “La Comunicazione di Prossimità”. Una sessione dal taglio formativo durante la quale approfondire come il mondo della comunicazione percepisce temi ad elevato impatto sociale e le realtà del terzo Settore. Sessione accreditata all’Ordine dei giornalisti.
L’Happening 2018 è inoltre accreditato all’Ordine degli Assistenti Sociali della Regione Sicilia e dall’Associazione Nazionale Pedagogisti.

Per iscriversi e partecipare visitare la pagina www.happeningdellasolidarietà.it

In alto