Archivio

I locali dell’ex cinema Experia saranno pronti a novembre

Ersu Catania. Uffici chiusi il 14 agosto

CATANIA – I lavori di ristrutturazione dei locali dell’ex cinema Experia situati nel quartiere dell’Antico Corso dovrebbero finire entro il mese di novembre e consegnati all’Ateneo e all’Ersu di Catania.

Il soprintendente di Catania, l’architetto Fulvia Caffo, ha incontrato i rappresentanti dell’Ersu di Catania e una delegazione dell’Università di Catania, con in prima linea Luciano Granozzi, in visita al cantiere dei locali dell’ex cinema Experia.

La notizia è arrivata stamane tramite un comunicato stampa dell’Ufficio stampa dell’Ersu di Catania, che ha ribadito, tramite le dichiarazioni del portavoce Giampiero Panvini, l’esigenza di individuare le molteplici opportunità che la struttura potrebbe offrire.

E sulla destinazione d’uso dei locali, si era levata la denuncia da parte dei militanti del centro sociale Experia, già al centro di uno sgombero forzato nel 2009, i quali attraverso il proprio sito, spiegavano: «Spenderanno 1.600.000 euro per costruire un auditorium per l’Ersu, che non l’ha mai chiesto, in una zona in cui, a pochi metri, nella chiesa della Purità, ne è stato realizzato un altro, per Giurisprudenza, ultimato nel 2008 e mai utilizzato.
Fare un doppione è assurdo, inutile e dannoso. Non si sprecano così i soldi pubblici. Per questo lotteremo contro questo progetto chiedendo che sia utilizzato per altri fini, come casa del popolo, come spazio di aggregazione per le persone del quartiere.
E torneremo a chiedere che l’area libera retrostante, l’arena della scuola Manzoni, sia utilizzata come giardino aperto al pubblico, con piccoli impianti sportivi per ragazzi e strutture per giochi da tavolo per gli anziani.
Chiediamo che vengano valorizzati anche i resti archeologici trovati nella zona, che siano messi in rete con il circuito dei Benedettini e collegati alla visita del Bastione degli Infetti e che a gestire questi beni siano cooperative di giovani. Un modo per creare occupazione e per fare sentire e vivere questi luoghi come beni comuni, da tutelare. Un altro auditorium sarebbe estraneo alla vita del quartiere».

Una vicenda che ha destato non poche polemiche e che potrebbe suggerire ai dirigenti dell’Ateneo degli studi di Catania e dell’Ersu di valutare attentamente le istanze provenienti dal mondo dell’associazionismo. Il quartiere Antico corso, infatti, ospita il Centro sociale Liotru, una realtà giovanile in prima linea nella valorizzazione del territorio, protagonista di un progetto di aggregazione e conoscenza dell’Antico corso, e distante da ogni progettualità che miri alla realizzazione di una struttura poco funzionale alle esigenze del quartiere.

Benedetto Rizzo

Le news dalla Città Metropolitana di Catania

Testata giornalistica ai sensi della Legge 103/2012. Direttore Responsabile Dario Lazzaro. Tutti i contenuti de lagazzettacatanese.it sono di proprietà di Associazione Il Cirneco, C.F.: 93197970879
Per i comunicati stampa, testi e immagini inviare una email a [email protected]
Per la tua pubblicità su questa testata: Responsabile commerciale Simone Cirami – [email protected] – Mob: +39 327 77 03 240.

Scarica l'App de LaGazzettaCatanese.it

Copyright © 2015 Associazione Il Cirneco

In alto