Sport

Il Catania rivede la luce: una sentenza del Tribunale può ridare gioia ad un’intera città!

17-07-2018 ore 21: Una tranquilla serata catanese come tante altre viene scossa da una notizia fantastica che manda in confusione diversi sostenitori del Calcio Catania e non solo.

Il Tribunale federale Nazionale accoglie il ricorso del Novara contro i criteri di ripescaggio pubblicati dalla FIGC il 30 maggio scorso e , pertanto, cancella la pregiudizievole nei riguardi delle società richiedenti il ripescaggio che avevano subito penalizzazioni per illecito sportivo.

Alla luce di ciò, il Catania che nella stagione 2016-2017 era stato penalizzato per il famoso “Caso Castro” (la società etnea non aveva corrisposto l’intera somma di pagamento alla società argentina del Racing di Avellaneda al momento dell’acquisto del calciatore), entrerebbe di diritto in graduatoria tra le squadre che possono richiedere il ripescaggio nelle serie superiori (ovvero la Serie B).

C’è di più: tenendo conto degli altri criteri stabiliti dalla FIGC ovvero posizione in classifica nell’ultimo campionato, tradizione sportiva e media numero di spettatori presenti nelle ultime 5 stagioni il Catania sarebbe addirittura al primo posto nella graduatoria di ripescaggio.

È chiaro come tutto ancora sia in piena evoluzione perché il Tribunale Federale non ha ancora comunicato le motivazioni sull’accoglimento del ricorso presentato dal Novara (va chiarito se la sentenza si ferma fino al 2015, anno in cui il Novara fu penalizzato)  e, quindi, questo fa slittare di qualche giorno le successive azioni da parte delle squadre interessate. Si attendono, inoltre, anche le sentenze riguardanti le posizioni finanziari di Bari e Cesena, ovvero le due squadre in gravi crisi economiche che saranno costrette a rinunciare alla prossima Serie B e ripartire dalle categorie dilettantistiche.

Anche in questo caso, però va attesa la sentenza definitiva perché’ se nel caso del Bari si tratterà certamente di fallimento finanziario della società pugliese, per il Cesena pende anche la questione relativa al processo sulle false pluslavalenze che potrebbe costare punti di penalizzazioni nella classifica dello scorso campionato alla società romagnola salvando di fatto l’Entella retrocesso sul campo. Ma allo stesso tempo va valutata la posizione di un’atra società, l’Avellino, alla quale potrebbe essere rigettata la domanda di iscrizione per problemi legati alla fidejussione bancaria.

Insomma, la situazione è molto contorta e non sarà risolta in tempi brevissimi ma è chiaro che, considerando che il 31 Luglio verrà stilato il calendario della prossima Serie B, bisognerà conoscere entro quella data quali saranno le squadre che prenderanno parte al prossimo torneo cadetto e, in tal senso, le varie sentenze definitive dovranno arrivare entro la prossima settimana.

In casa Catania c’è relativo ottimismo sul buon esito della situazione e il Direttore Lo Monaco, presente oggi alla presentazione dei due nuovi acquisti Silvestri e Ciancio ha comunicato: “C’è la possibilità concreta di essere ripescati e sappiamo di avere tutti i titoli in regola per presentare la domanda di ripescaggio. Al momento siamo primi nella graduatoria e speriamo di poter festeggiare quello che non siamo riusciti a festeggiare sul campo. In una decina di giorni sapremo tutto ma vi posso assicurare che la nostra squadra è pronta anche per un campionato diverso dalla C e che gli abbonamenti resteranno invariati anche se il Catania dovesse disputare la Serie B!”

In alto