Sport

Il Catania torna in campo e riparte con una vittoria: Rende battuto 2-1

Finalmente il campo. Finalmente il pallone. Finalmente un avversario da battere. Dopo 79 giorni di ritiro il Catania è tornato in campo per affrontare la prima partita ufficiale di campionato contro il Rende per quella che da calendario è la quarta giornata della Serie C.

Una scelta, quella di scendere in campo, dovuta all’ennesimo rinvio di una sentenza che possa dire definitivamente qual è il campionato in cui il Catania deve disputare la stagione 2018-2019.

Il Tribunale Federale, infatti, dopo l’udienza di giorno 28 settembre sul ricorso della società etnea contro le modifiche effettuate dalla FIGC sul Norme Federali in data 13 Agosto, ha comunicato che la sentenza sarà emessa lunedì 1 Ottobre e, pertanto, tutte le società “ripescabili” sono state costrette a scendere in campo nei loro gironi di appartenenza della Serie C, così come richiesto dal Presidente di Lega Gabriele Gravina.

Il Catania è quindi partito alla volta di Rende dove ha affrontato la formazione locale, reduce da tre vittorie nelle prime tre partite di campionato. Un avversario, quindi, non semplice che nell’arco dei 90 minuti ha dimostrato di poter essere una delle formazioni rivelazioni di questa stagione.

I rossazzurri partivano molto forte e dopo meno di un quarto d’ora trovavano il vantaggio grazie ad un inserimento in area di rigore di Manneh che sfruttava un mancato aggancio di Curiale e batteva il portiere avversario.

Il gambiano, così come lo scorso anno, veniva schierato sull’esterno sinistro per completare un tridente composto da Lodi al centro e Barisic sull’altra fascia che avevano il compito di muoversi alle spalle dell’unica punta Curiale nel 4-2-3-1 tanto caro al Mister Sottil.

Dopo la mezz’ora, però, veniva fuori il Rende che dopo un paio di occasioni trovava la rete del pareggio con un sinistro da fuori area di Awua che batteva un Pisseri poco reattivo.

Subito il goal i rossazzurri sembravano essere scomparsi dal campo tanto che il Rende si riversava in area avversaria sfiorando più volte il goal del vantaggio.

Ad inizio ripresa, il Catania tornava in campo con un diverso appiglio e dopo una serie di cambi (importante l’ingresso dell’esterno Vassallo, scuola Milan) a poco meno di 10 minuti dalla fine trovava il goal vittoria con un colpo di testa di Silvestri su un angolo battuto magistralmente da Ciccio Lodi.

Al fischio finale dell’arbitro i 21 tifosi rossazzurri giunti in Calabria festeggiavano una vittoria che restituiva il buon umore a tutto l’ambiente dopo il lungo ed estenuante periodo di attesa.

Adesso ci si preparerà per l’esordio in caso contro la Vibonese sempre che lunedì il TFN non emetta una sentenza che possa rendere la vittoria di Rende una semplice amichevole. Sarebbe l’ennesimo colpo di scena in una estate in cui abbiamo visto davvero di tutto.

In alto