Archivio

Il Ficodindia dell’Etna D.O.P. protagonista ad Eataly

Il Consorzio per la tutela del ficodindia dell’Etna D.O.P. di Biancavilla, in collaborazione con il Consorzio Euroagrumi O.P., sarà presente a Milano il 14 e il 15 Novembre in occasione di un evento organizzato dal Gal Etna per la valorizzazione delle eccellenze agroalimentari della Sicilia Orientale.
Integrando i progetti SALITIS, RAMSES e RADAMES, i quattro Gruppi di Azione Locale (GAL) Etna, Eloro, Kalat e Terre dell’Etna e dell’Alcantara hanno puntato allo sviluppo del turismo e alla promozione dei prodotti siciliani coinvolgendo diverse aziende del territorio.
Il Consorzio per la tutela del ficodindia dell’Etna D.O.P. e il Consorzio Euroagrumi O.P., non potevano mancare ad un simile appuntamento del gusto e non far conoscere uno dei prodotti simbolo dell’Isola, il ficodindia.
Il prodotto fresco verrà esposto e fatto degustare nelle sue tre tipiche varietà: la Sulfarina, dalla polpa gialla, la Sanguigna, dalla polpa rossa e la Muscaredda, dalla polpa bianca.
Icona di bontà e genuinità, il ficodindia è uno dei frutti più apprezzati e consumati in Sicilia e non solo, le sue proprietà benefiche per l’organismo sono numerose e le sue produzioni avvengono nel pieno rispetto dell’ambiente.
A rappresentare i Consorzi sarà il dott. Francesco Batticane, Presidente del Consorzio per la tutela del ficodindia dell’Etna D.O.P.
L’evento sarà articolato in due momenti distinti, sabato a partire dalle ore 18.00 presso EATALY (Piazza XXV Aprile 10) e domenica a partire dalle ore 10.00 presso SICILIAH (Via Terraggio 14).
Nel corso delle due giornate vi saranno conferenze, incontri e degustazioni dei prodotti tipici della Ruralità Mediterranea, il marchio di qualità che identifica le imprese agricole, agrituristiche e del turismo rurale che sono in linea con i principi dello sviluppo sostenibile, utilizzo dei prodotti e risorse locali e valorizzazione delle tradizioni mediterranee.

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

In alto