Cronaca

“Il successo formativo”, a Catania il convegno sulla formazione

Un’intera giornata di qualificato confronto, analisi e proposte sul mondo della formazione professionale, alla presenza di un’ampia rappresentanza degli attori che hanno condiviso la necessità di un’azione comune per “dare maggiore forza al sistema, fornendo la migliore risposta possibile alla dispersione scolastica e al disagio sociale”.   

È questo l’importante contributo fornito dall’associazione Eris, agenzia per il lavoro e fra i primi enti di istruzione e formazione professionale in Sicilia, con il convegno dal titolo “Il successo formativo. Azioni di contrasto alla dispersione scolastica e al disagio sociale” che si è tenuto sabato, dalle 9.30 alle 19, a Palazzo della Cultura di Catania.

 L’associazione Eris, inoltre, si è fatta promotrice di una risoluzione finale che nei prossimi giorni sarà inviata, per la condivisione, agli esponenti presenti e non.

Al convegno sono intervenuti con un indirizzo di saluto gli assessori regionali, Roberto Lagalla (Istruzione e formazione professionale), Ruggero Razza (Salute), il sindaco di Catania,Salvo Pogliese, e le organizzazioni sindacali del comparto.

All’interno dei focus sono intervenuti il deputato regionaleGiovanni Bulla, componente Commissione “Cultura, formazione e lavoro” dell’Ars, che ha annunciato l’approdo in Aula, a breve, del disegno di legge sul diritto allo studio esitato dalla commissione, el’assessore ai Servizi sociali del comune di Catania, Giuseppe Lombardo, che ha presentato un primo bilancio dell’attività compiute ed un’anticipazione di quelle pronte a partire.

Presenti in sala anche numerosi amministratori comunali, fra gli altri, i sindaci di Nicosia, Luigi Bonelli, Raddusa,Giovanni Allegra, Gravina, Massimiliano Giammusso, e Paternò, Nino Naso.

 L’assessore regionale Lagalla nel corso del suo intervento di apertura, fra gli altri punti, ha sottolineato che “il governo Musumeci ha rimesso in campo la formazione professionale con un riassorbimento di 2800 occupati dall’albo” puntando sul “confronto continuo con gli attori di sistema” e “avviando un importante dialogo con le scuole finalizzato al contrasto della dispersione scolastica e alla riqualificazione degli edifici per accrescerne la sicurezza”.

 L’assessore regionale Razza, invece ha sottolineato l’opportunità e l’esigenza del binomio “processo formativo- educazione alimentare” in una regione, la Sicilia, al penultimo posto nella classifica per l’obesità giovanile.

 Il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, a sua volta,  ha evidenziato che “confrontarsi con attori del mondo formativo è passaggio molto importante per imboccare un percorso sinergico di cui si sente l’esigenza” sottolineando sul tema della dispersione scolastica “ che serve particolare attenzione nei  quartieri nei quali il disagio sociale ne amplifica la portata”; aree nelle quali, ha ricordato il presidente dell’Eris, Gaetano Barbera in apertura del convegno, “l’Eris è presente con sedi che rappresentano precisi punti di riferimento e presidi di legalità”.  

Molti gli spunti emersi nel corso dei quattro focus (“Missione formativa”, “Dispersione scolastica”, “Disagio sociale” e “Buone pratiche”) ai quali sono intervenuti complessivamente 23 relatori.

 In rappresentanza del mondo della scuola  hanno relazionato i dirigenti scolastici di istituti della provincia di  Catania (Irene Patanè, “Guglielmino” di Acicatena; Tina Di Vincenzo“Paolo Vasta” di Acireale; Anna Spampinato “Martoglio” di Belpasso; Silvana Di Bella “De Gasperi” Aci S. Antonio); temi arricchiti dai contributi del presidente del corso di laurea magistrale “Scienze pedagogiche e progettazione educativa” dell’Unict e vice presidente del “Centro studi Paolo e Rita Borsellino” Maria Tomarchio che, fra gli altri punti, ha richiamato l’esigenza di agire in ambito di una logica di sistema, evidenziando come la condizione formatrice dipende anche dal contesto familiare, sociale e territoriale, sottolineando anche l’importanza del ruolo del pedagogista nei processi formativi; contributo prezioso anche quello di Serena Schilirò, Anpal Servizi, che   si è soffermata sulle politiche attive (apprendistato di primo livello, orientamento al lavoro e alternanza scuola-lavoro) avviati dagli enti di formazione con il supporto della Regione Siciliana, di cui Anpal Servizi cura l’assistenza tecnica.

 Sono intervenuti anche esponenti del terzo settore e del volontariato (Dino Barbarossa, direttore Consorzio Solco;Salvatore Litrico dirigente Coop Team) e dell’antimafia (Giuseppe Agosta, Associazione nazionale antimafia “Alfredo Agosta”)  

Le azioni realizzate da alcuni rami dell’amministrazione regionale sono state presentate dagli interventi del dirigente generale uscente del dipartimento Famiglia e Lavoro, Rino Giglione, dalla responsabile del Centro per l’impiego di Catania,Salvatrice Rizzo, e dal responsabile del servizio “Scuole statali” dell’assessorato regionale all’Istruzione e formazione professionali,Giuseppa Picone che ha esposto i dati in Sicilia e ha tracciato le azioni avviate a contrasto della dispersione scolastica (dagli interventi sull’asse Po Fse 2014/2010, all’applicazione del sistema duale, ai bandi a sportello per l’apprendistato).

Per il Comune di Catania sono intervenute anche la responsabile della posizione organizzativa “Inclusione sociale”,Carmela Campione, e l’assistente sociale Maria Naselli; dall’hinterland etneo, la relazione dell’assessore alla Pubblica istruzione del Comune di Misterbianco (Federico Lupo).

 In tema di disagio ed inclusione sociali, assai interessanti i dati forniti dall’ex Garante dei detenuti della Regione Siciliana,Salvo Fleres, che ha messo in luce, le contraddizioni del sistema penitenziario e il divario fra Nord e Sud nel numero di corsi di formazione avviati all’interno delle carceri.  

 Coinvolto anche il mondo dell’impresa con la relazione del presidente di Piccole industrie Confindustria Siracusa,Sebastiano Bongiovanni (sull’importanza del matching tra il mondo del lavoro e della formazione), e del presidente provinciale dei ristoratori Fipe-Confcommercio, Giovanni Trimboli.

Per l’associazione Eris sono intervenuti la psicologia scolastica Letizia Cipolla e il referente del gruppo “Area Ricerca&Sviluppo” Antonio La Rocca che ha esposto le buone prassi applicate dall’associazione, a partire dai consolidati rapporti con le aziende dei vari settori con le quali intercorre un contatto diretto e costante, volto a far acquisire agli allievi competenze immediatamente spendibili nel mercato del lavoro.

I QUATTRO FOCUS 

MISSIONE FORMATIVA. Una lente sull’orientamento e sull’alternanza scuola-lavoro

Maria Tomarchio – Presidente del Consiglio del Corso di Laurea Magistrale

“Scienze Pedagogiche e Progettazione Educativa”, Università di Catania

 Salvatrice Rizzo – Dirigente Servizio Centro per l’impiego di Catania

 Moderatrice del focus: Serena Schillirò Anpal Servizi

DISPERSIONE SCOLASTICA. Modelli e strategie di prevenzione e contrasto

Giuseppa Picone   – Responsabile servizio “Scuole statali” Dipartimento Istruzione e formazione professionale della Regione Siciliana

Maria Naselli – Assistente sociale, Comune di Catania

Irene Patanè – Osservatorio d’area dispersione scolastica, Acireale – Dirigente Scolastica “Francesco Guglielmino”, Acicatena

Federico Lupo – Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Misterbianco

Giovanni Bulla – Componente Commissione “Cultura, Formazione e Lavoro” dell’Assemblea Regionale Siciliana

Moderatrice del focus: Anna Spampinato, Osservatorio d’area dispersione scolastica, Paternò – Dirigente Scolastico “Nino Martoglio”, Belpasso

DISAGIO SOCIALE. La sfida dell’inclusione

Salvatore Litrico – Dirigente Coop TEAM – Consorzio Solco

Carmela Campione – Responsabile P.O. Inclusione Sociale del Comune di Catania

Silvana Di Bella – Dirigente scolastico “I.C. De Gasperi”, Aci S. Antonio

Giuseppe Lombardo – Assessore Servizi sociali e politiche per la famiglia  del  Comune di Catania

Salvo Fleres – Già Garante dei diritti dei detenuti della Regione Siciliana

Rino Giglione -Dirigente gen. dipartimento Famiglia e politiche sociali della Regione Siciliana

Moderatore del focus: Dino Barbarossa Direttore Consorzio Solco

 BUONE PRATICHE

Letizia Cipolla – Esperta in psicologia scolastica Associazione Eris

Tina Di Vincenzo – Dirigente scolastico “Paolo Vasta”, Acireale

Sebastiano Bongiovanni – Pres. Piccole Industrie Confindustria Siracusa

Dario Pistorio – Presidente Federazione Italiana Pubblici Esercizi Catania

Vincenzo Lorefice – Presidente Comitato Unicef Sicilia 

Giuseppe Agosta – Associazione nazionale Antimafia “Alfredo Agosta”

Moderatore del focus: Antonio La Rocca Area Ricerca&Sviluppo Associazione Eris 


In alto