Sport

Il TAR smentisce il TAR ed il CONI rinvia tutto. Ma quando gioca il Catania?

Ennesimo e clamoroso colpo di scena nella lunga ed estenuante questione ripescaggi: il TAR del Lazio ieri pomeriggio ha revocato il decreto cautelare con il quale, in data 15 settembre, aveva di fatto dato mandato al Collegio di garanzia del CONI per discutere sulla riforma del format della Serie B.

Una decisione presa, quindi, dallo stesso organo giudiziario che a distanza di 4 giorni smentisce se stesso e getta nuovamente in confusione tutte le parti interessate. Il CONI, infatti, in serata ha emesso un comunicato con cui sposta di una settimana il Collegio convocato urgentemente per il 21 Settembre. Adesso la commissione si riunirà il prossimo venerdì 28 settembre come comunicato dal Presidente Frattini ma, due giorni prima, il 26 settembre il TAR del Lazio si dovrà pronunciare sul ricorso effettuare da Pro Vercelli e Ternana sempre in merito alla riforma dei campionati ed, in caso di esito positivo, porterebbe il Collegio di garanzia del CONI ad una decisione quasi scontata.

Questo ulteriore rinvio, ovviamente, costringe le squadre coinvolte ad attendere ancora prima di scendere in campo e lo stesso Presidente della Lega Pro Gravina si è detto preoccupato perché la prossima settimana è previsto un turno infrasettimanale e non è detto che le 5 squadre ripescabili siano nelle condizioni di poter giocare e ciò potrebbe costringere la Lega a rinviare anche queste gare così come già fatto per gli incontri di questo fine settimana.

Come se non bastasse, a rendere ancora più ingarbugliata la questione, è arrivata una sentenza del CONI nella serata di ieri che ha accolto il ricorso dell’Entella contro il caso Cesena. Per il CONI, infatti, il Cesena deve scontare la propria penalizzazione nel campionato precedente e, quindi, l’Entella ha diritto a disputare il campionato di Serie B. Peccato, però, che i liguri lo scorso fine settimana hanno già disputata il primo incontro nel campionato di Serie C!

Insomma, ci sono davvero tutti gli elementi per definire tutto come un vero e proprio spettacolo all’italiana fatto di regole non rispettate, confusione, smentite, ritardi e quant’altro. A rimetterci, purtroppo, sono sempre i tifosi che non aspettano altro di tornare in curva a sostenere la propria squadra del cuore!

In alto