Sport

Il TFN boccia il ricorso del Catania. Adesso bisogna vincere sul campo!

Nella giornata di ieri il Tribunale Federale Nazionale ha dichiarato inammissibili i ricorsi di Catania, Novara, Ternana, Pro Vercelli e Siena in quanto non esiste nessun diritto a disputare un campionato che non si sia conquistato sul campo.

Una sentenza, ampiamente preannunciata, che ancora una volta non rende giustizia ad un processo di eventi che ha portato il Commissario straordinario della FIGC ha modificare le Norme Federali e consentire l’avvio del campionato di serie B a 19 squadre.

Adesso, le società coinvolte potranno fare ricorso alla Corte d’Appello Federale ma, è ovvio, che un’eventuale sentenza a favore potrebbe portare solo ad un risarcimento economico dei danni subiti ma non certamente alla riammissione nella serie cadetta.

Quindi il Catania, che ha già annunciato di presentare ricorso alla CAF, d’ora in avanti si concentrerà solo sulle questioni di campo e sulla volontà di vincere il campionato di Serie C che, a questo punto è ufficiale, lo vede ai nastri di partenza per il quarto anno consecutivo.

La formazione di Sottil, che all’esordio a Rende ha vinto con grinta e determinazione, si appresta ad affrontare sabato prossimo la Vibonese per il debutto stagionale al Massimino e, per tale occasione, i sostenitori rossazzurri hanno avviato un’iniziativa: indossare una maglia nera come segno di lutto per la morte della giustizia sportiva!

In alto