Sport

In attesa di una conferma importante, il Catania vince a Foggia 3-1

A conclusione di una settimana che ha visto società, giocatori e tifosi festeggiare quello che ancora non si può  dire per mancanza di ufficialità,  il Catania di Andrea Sottil supera il secondo turno di Coppa Italia espugnando lo stadio “Zaccheria” di Foggia con un sonoro 3 a 1.

Giunto in Puglia con soli 17 convocati, in virtù di problemi burocratici che non consentono di schierare i nuovi acquisti e senza gli infortunati Aya e Curiale rimasti in sede per smaltire fastidi muscolari, il Catania è sceso in campo con una formazione ampiamente rimaneggiata.

L’esperienza e l’astuzia di giocatori come Biagianti, Lodi e Bucolo, peró, hanno permesso ai rossazzurri  di fare una gara accorta, ordinata e pronta a colpire in contropiede la formazione di casa e, in una di queste ripartenze,  Mattia Rossetti è stato bravo ad insaccare un cross dalla destra di Barisic e portare in vantaggio il Catania dopo soli 12 minuti.

Nonostante la reazione del Foggia era nuovamente il Catania a rendersi pericoloso con Pozzebon (l’attaccante appena rientrato dopo un anno di prestito alla Triestina) che colpiva il palo.

Nella ripresa erano sempre i rossoneri di casa a fare la partita ma il Catania era ben attento in difesa guidata dal giovane croato Lovric, altra scoperta del Ds Argurio che dopo una stagione in prestito all’Alessandria è tornato a Catania per ricalcare le orme del connazionale Bogdan, ceduto al Livorno dopo una brillante stagione in rossazzurro. Al 70esimo arrivava il raddoppio del Catania grazie ad una geniale punizione di Ciccio Lodi che teneva bassa la traiettoria del pallone beffando barriera e portiere avversario. Un goal che sembrava chiudere la gara, ma due minuti dopo il Foggia riapriva l’incontro con la rete del giovane centravanti Gori, attaccante in prestito dalla Fiorentina, che di testa batteva Pisseri.

A poco meno di dieci minuti dalla fine, però, un sorprendente Bucolo s’incuneava in area di rigore dopo aver saltato 3 avversari e serviva a Rossetti un pallone da spingere solo in rete. Doppietta, quindi, per il giovane numero 7 rossazzurro e 3-1 definitivo per il Catania che tornava a vincere a Foggia dopo 37 anni (l’ultima successo etneo era stato nella stagione 81-82).

Con questo successo il Catania approda al terzo turno dove incontrerà l’Hellas Verona, che ha avuto la meglio sulla JuveStabia per 4-1, ma prima della gara di domenica sera al Bentegodi a Catania si attende che FIGC e Lega Serie B trovino un’intesa per ufficializzare l’elenco delle squadre che parteciperanno al prossimo campionato cadetto.

In alto