Politica

Infrastrutture, Pagano: “Ok lavori ma A19 rimane un disastro, Anas e Delrio che dicono su abusi Cmc?”

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

“L’Anas ci informa che da venerdì 29 luglio partono i lavori sul viadotto ‘Morello’ sull’autostrada ‘Palermo-Catania’, tra gli svincoli di Caltanissetta ed Enna. Fino a metà dicembre, per quasi cinque mesi se tutto va bene, la carreggiata in direzione Catania sarà chiusa al traffico per oltre sei chilometri. Già oggi l’A19 nel tratto Catania-Caltanissetta è interrotta per parecchi km. Con questa nuova interruzione le cose peggioreranno di molto e percorrere questo tratto sarà ancora più faticoso. Ma non possiamo nemmeno lamentarci visto che, almeno questa volta, si interviene sulla prevenzione”. E’ quanto dichiara il deputato nisseno Alessandro Pagano.
“Sono anni infatti che denunciamo il disastro della A19. I problemi continueranno perché tra Caltanissetta e Resuttano almeno un viadotto è a rischio crollo, in un tratto di almeno 3-4 km. L’Anas che fa? E che fa con riguardo a Cmc, la cooperativa rossa con sede a Ravenna cui sono appaltati i lavori della bretella che dall’A19 porta a Caltanissetta e Agrigento? Ci sono ben tre interrogazioni – prosegue Pagano – contro gli abusi di Cmc in materia di danni ambientali e danni strutturali ad immobili sotto i quali sono stati costruiti i tunnel. Il ministro Delrio su Cmc non vede, non sente e non parla, in silenzio assoluto e da sei mesi siamo senza risposta. Ora ci rivolgiamo all’Anas, qualcuno ci dovrà dire come stanno le cose. O dobbiamo presentare direttamente una interrogazione al ‘mago di Oz’ per farci dire la verità?”, conclude Pagano.

 

In alto