Politica

Interrogazione del meetup di Paternò sulla questione Centro Operativo misto

Dopo un sopralluogo avvenuto sabato 30 gennaio il meetup paternese, ritorna sulla annosa questione, ancora purtroppo irrisolta, del C.O.M. (Centro Operativo misto) situato nel comune di Paternò. L’ultima volta in cui ci eravamo occupati della vicenda era il 6 ottobre 2014. Con una intervista rilasciata all’epoca all’emittente ciak telesud, gli attivisti del movimento denunciavano l’allarmante stato di abbandono della struttura e presentavano, inoltre, una istanza all’amministrazione comunale  di Paternò in cui si richiedevano notizie sui tempi necessari al ripristino e alla consegna della struttura ai cittadini e come l’amministrazione intendesse utilizzare la struttura una volta recuperata. Lo stesso giorno, a seguito del servizio di ciak telesud, interveniva telefonicamente il Presidente della commissione protezione civile Giuseppe Gentile il quale spiegava che il Comune di Paternò aveva avuto una nota da parte dell’INPS con la quale chiedeva di trasferire la propria sede in altri locali. Quindi, il Comune di Paternò,  nella persona responsabile del settore, l’Architetto Benfatto, aveva fatto richiesta di un “tavolo tecnico” tra il direttore regionale della protezione civile, il Sindaco di Paternò, i consiglieri comunali della commissione protezione civile e il direttore regionale dell’INPS. Da questo incontro doveva scaturire un accordo tra le parti in cui buona parte dell’edificio andava all’INPS e la restante parte alle associazioni di volontariato della protezione civile.

In fine, nella stessa intervista telefonica, si spiegava che gli impianti e gli allacciamenti ai vari servizi (non ancora attivi), sarebbero stati realizzati dall’Agenzia del demanio e i danni dovuti alle vandalizzazioni, sarebbero stati riparati con appositi interventi dell’INPS. Allo stato attuale, la situazione si presenta totalmente invariata se non addirittura peggiorata. Le scritte sui muri invece di sparire aumentano, i vetri delle finestre sono totalmente distrutti e le porte d’accesso divelte, permettendo cosi il totale degrado della struttura. Alla luce di questa totale inattività, noi del Meetup di Paternò chiediamo all’amministrazione:

  • Se il tavolo tecnico tra il comune e i vari enti si è realmente realizzato e quali sono stati gli esiti. Nel caso in cui non fosse ancora stata presa alcuna decisione, quando prevede di risolvere definitivamente la questione C.O.M.?
  • Poichè il C.O.M. è una struttura di riferimento per più comuni, sono state coinvolte le amministrazioni interessate al famoso tavolo tecnico o comunque, sono stati sentiti i loro pareri a riguardo?
  • Il Comune di Paternò ha attualmente una sede del centro operativo comunale?  Tale struttura è ubicata in idonee strutture antisismiche, in aree di facile accesso e non vulnerabili a qualsiasi tipo di rischio cosi come previsto dal piano della protezine civile nazionale?

 

In alto