Archivio

La mobilità catanese ri-parte dal parcheggio Fontanarossa

“Un servizio straordinariamente competitivo che avvicina Catania all’Europa”. Lo ha detto il sindaco Enzo Bianco al taglio del nastro del nuovo parcheggio di Fontanarossa, a poche centinaia di metri dall’aeroporto,  realizzato dal Comune di Catania con cofinanziamento della Regione Siciliana e della Protezione civile. Al fianco del Sindaco la presidente del Consiglio comunale Francesca Raciti, il presidente dell’Amt Carlo Lungaro con il direttore Antonio Barbarino e l’Ingegnere Antonio Condorelli.
“2200 posti auto con tariffe low cost di 2 euro e 50 al giorno che sono tra le più basse d’Italia e d’Europa, quattro vetture ecologiche a metano, regalate dal Comune, che ridurranno i tempi d’attesa a 5 minuti, 115 telecamere di sorveglianza che renderanno la zona sicura e, dato molto importante dal punto di vista sociale, la possibilità di dare lavoro anche a 13 persone che il lavoro l’avevano perso, e questo grazie a un protocollo siglato tra il Comune e la Prefettura”.
“Si tratta – ha detto Lungaro – di un’importante struttura a servizio dell’aeroporto e della mobilità cittadina. Una parte degli stalli infatti, circa 900, è dedicata a SAC, con cui è in corso un progetto di collaborazione, che li utilizzerà per la sosta del personale aeroportuale e per 30 bus turistici; la parte maggiore, circa 1300 stalli, funzionerà invece come parcheggio “low cost”: dal 1° di agosto, al prezzo assolutamente concorrenziale ricordato dal Sindaco, di 2,50 euro al giorno mentre, dal 1° di settembre partirà la funzione di scambio con il Trasporto pubblico locale tra vetture private e mezzi pubblici diretti verso la città.
Sul piano della gestione, il parcheggio utilizzerà risorse umane provenienti dalla Multiservizi, nel periodo compreso tra agosto e ottobre mentre da novembre, in attesa che vengano completate le procedure di affidamento in atto, saranno assunti esodati dal sistema lavorativo”.
E’ stato l’ingegnere Antonio Condorelli a illustrare nei dettagli il progetto. L’Amt, che ha in concessione il parcheggio, utilizzerà proprie risorse umane per la guida delle navette e  la gestione del capolinea mentre lavoratori della Multiservizi si occuperanno della manutenzione del verde e pulizia piazzali e gli ex esodati di guardianìa e vigilanza non armata, pulizia del piazzale e dei locali, manutenzione del verde.
Il parcheggio ha due entrate, su via Forcile e via Fontanarossa, e un’uscita in via Forcile (ma è allo studio anche quella su via Fontanarossa), e offre un servizio navetta con  4 nuovi minibus climatizzati (11 posti a sedere e 12 in piedi), e due attrezzati per disabili, con corse ogni 12 minuti su un percorso di 6.50 km, con  tempi di attesa di 5 minuti. Presenti diverse pensiline di attesa e per le biglietterie automatiche.
Le tariffe  di sosta a pagamento prevedono: 2,50 euro al giorno fino allo scadere del giorno solare (ore24:00), con tariffa effettiva di 0,50 euro l’ora per le prime 5 ore, fino ad un massimo di 2,50 euro al giorno; 20,00 euro tariffa unica giornaliera per bus turistici. Il servizio navetta da e per l’aerostazione è gratuito per chi parcheggia.
Dal 1 Settembre sarà attiva la funzione di scambio con i bus di Trasporto Pubblico Locale: la circolare 524, da Borsellino a villaggio Santa Maria Goretti, con scambio al parcheggio con navetta aeroporto, la circolare 555 da Borsellino a Librino, con scambio al parcheggio con navetta aeroporto.
Dal 18 Settembre entrerà in funzione il Sistema “LibrinoExpress”. Il servizio navetta a pagamento per utenti TPL o pedoni è di 2 euro.

aeroporto

 

In alto