Archivio

La strada sotto casa è in dissesto, lui per protesta sfonda la porta del sindaco e lo aggredisce

Acicastello. Nel pomeriggio di ieri,  per qualche istante, si è rivisto il tragico film di alcuni anni fa. Un uomo, in stato di alterazione psicofisica dovuto, probabilmente, all’abuso di alcol è entrato nel municipio castellese recandosi direttamente davanti l’ufficio del Sindaco. Qui l’uomo ha buttato giù la porta del primo cittadino entrando dentro la stanza ed iniziando ad aggredirlo verbalmente proferendo frasi quali:

“Taglierò la testa a te e tuo fratello se non sistemi la strada davanti casa mia”.

Neanche l’intervento di alcuni vigili urbani, presenti nel palazzo, ha bloccato la furia dell’aggressore che vi si è scagliato contro. Provvidenzialmente, è giunto sul posto, il Comandante ed alcuni carabinieri della locale Stazione, chiamati da alcuni dipendenti comunali che, dopo una breve colluttazione, hanno reso inoffensivo l’energumeno ammanettandolo.

L’arrestato, un 47enne del posto, è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa della direttissima dove risponderà di minaccia, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale.

Simone Cirami

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

In alto