Archivio

Lava Bubbles, Bolle di rinascita in danza a Viagrande Studios

lava-bubbles-00446771-001

lava-bubbles-00446771-001Torna in scena la Compagnia Zappalà Danza con Lava Bubbles il cui concept e coreografia sono firmati da Roberto Zappalà, dal progetto “Nella città la  danza” dello stesso coreografo e del drammaturgo Nello Calabrò. Dopo il successo per la prima assoluta questa estate in piazza Università, a Catania, all’interno del cartellone I ART, lo spettacolo sarà proposto in una nuova veste negli spazi di Viagrande Studios in via Francesco Baracca snc a Viagrande venerdì 11 e sabato 12 dicembre alle ore 20,45.
Uno spettacolo dai ritmi crescenti e serrati, con dieci danzatori – Maud de la Purification, Filippo Domini, Alain El Sakhawi, Sonia Mingo, Gaetano Montecasino, Gioia Maria Morisco Castelli, Adriano Popolo Rubbio, Fernando Roldan Ferrer,
 Ariane Roustan e Valeria Zampardi – e due batteristi dal vivo,  Francesco Cusa e Bernardo Guerra. Partecipano in scena anche il critico Stefano Tomassini e lo stesso Zappalà con brevissime incursioni verbali sulle residenze artistiche.
Lava Bubbles fa convergere l’attenzione in maniera forte sul rapporto tra la performance e lo spazio scenico dove viene rappresentata. La coreografia dello spettacolo è pensata e realizzata tenendo presente uno sguardo circolare e un osservatore non privilegiato. Il movimento dei danzatori, che non favorisce un punto di vista frontale, ha proprio nel moltiplicarsi degli sguardi possibili la sua ragion d’essere e la sua forza.
Lo spazio scenico del teatro che contiene lo spettacolo e la disposizione degli spettatori diventano quindi coprotagonisti della performance, ricreandola ogni volta secondo letture, interpretazioni e sguardi infiniti, come i punti che costituiscono la circonferenza di un cerchio.
Le bolle di lava del titolo evocano ovviamente l’Etna, ma sono anche la metafora di un magma, un ribollio incessante, di uno scorrere e scoppiare, ma anche di uno straordinario senso di rinascita che la città di Catania esprime quotidianamente. Metafora espressa con il linguaggio astratto che il corpo dei danzatori mette in scena e con degli interventi verbali concentrati sull’esilio e le residenze artistiche che ne spezzano il movimento.
Le bolle di lava si moltiplicano, così, esponenzialmente.

Concept e coreografia

Roberto Zappalà

Interpretazione e collaborazione alla costruzione

Maud de la Purification, Filippo Domini, Alain El Sakhawi, Sonia Mingo, Gaetano Montecasino, Gioia Maria Morisco Castelli, Adriano Popolo Rubbio, Fernando Roldan Ferrer,
 Ariane Roustan, Valeria Zampardi

Alle batteri

Francesco Cusa, Bernardo Guerra

Interventi verbali a cura di

Stefano Tomassini

Una produzione Scenario Pubblico CZD/ Centro di Produzione della Danza per I ART – il Polo Diffuso per le Identità e l’Arte Contemporanea in Sicilia.
Scenario Pubblico CZD/ Centro di Produzione della Danza è sostenuto da
Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Regione Siciliana Assessorato del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo.

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

 

Il primo Network in franchising di quotidiani online

Testata giornalistica ai sensi della Legge 103/2012. Direttore Responsabile Dario Lazzaro. Tutti i contenuti de lagazzettacatanese.it sono di proprietà di Associazione Il Cirneco, C.F.: 93197970879
Per i comunicati stampa, testi e immagini dovranno essere inviati alla email [email protected]
Per la tua pubblicità su questa testata: Responsabile commerciale Simone Cirami – [email protected] – Mob: +39 327 77 03 240.

Scarica l'App de LaGazzettaCatanese.it

Copyright © 2015 Associazione Il Cirneco

In alto