Cronaca

Lavori sospesi nei cantieri de “La Perla Jonica”, Mazzeo (Ugl): “una vicenda che sta mettendo a rischio circa 300 potenziali posti di lavoro”

La Perla Jonica

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

Il recente annuncio della sospensione dei lavori di ristrutturazione del complesso turistico “La Perla Jonica” di Acireale, con la disdetta dell’appalto milionario tra la “Item” dello sceicco arabo Hamed bin Al Hamed e l’impresa “Volteo energie”, è giunta improvvisa ed inaspettata seminando non poca preoccupazione nell’intero territorio etneo, considerato il potenziale livello occupazionale annunciato all’atto della firma del contratto. Un sentimento di inquietudine che ha coinvolto anche la segreteria territoriale dell’Ugl di Catania, come confermato dal segretario generale Carmelo Mazzeo:

“Abbiamo appreso dalla stampa questa notizia che ci preoccupa sia per il mancato pagamento, da parte del “general contractor”, dei lavori di demolizione già effettuati da diverse ditte locali, così come affermato dallo stesso amministratore della “Item”, sia per l’effettivo utilizzo ad oggi dell’ingente somma anticipata alla “Volteo” dal Ministero dello Sviluppo Economico, che per il futuro dell’intera realizzazione dell’opera. Pare, infatti, si dovrà risolvere prima la controversia emersa per poi riattivare una nuova procedura per la scelta della nuova azienda appaltante. Siamo di fronte ad una vicenda che sta mettendo a rischio circa 300 potenziali posti di lavoro – aggiunge Mazzeo – , che in questo momento di crisi economica di certo rappresentano una vera e propria boccata d’ossigeno per numerose maestranze catanesi, oltre al fatto che non possiamo farci sfuggire l’opportunità di aver accolto un investitore serio e fortemente motivato a garantire crescita economica e turistica nell’intera area acese, portando in dote grandi idee, notevoli investimenti e la presenza di un prestigioso marchio come “Hilton”. Ci auguriamo, pertanto, che la preoccupante situazione venga risolta in tempi brevi affinché il progetto possa continuare a prendere forma garantendo lavoro a numerosi padri di famiglia. In tal senso – conclude il segretario dell’Ugl – auspichiamo che l’idea di un nuovo affidamento ad un unico appaltatore venga superata da una nuova forma di gestione, che preveda la divisione in lotti dell’intero intervento da consegnare nelle mani di imprese locali. E’ un’occasione da non perdere, perché l’unico lusso che dobbiamo permetterci deve essere quello di tornare finalmente a parlare di occupazione, di rilancio del territorio, e non di far scappare via a gambe levate chi in noi e nei nostri meravigliosi paesi crede veramente.”

Il primo Network in franchising di quotidiani online

Testata giornalistica ai sensi della Legge 103/2012. Direttore Responsabile Dario Lazzaro. Tutti i contenuti de lagazzettacatanese.it sono di proprietà di Associazione Il Cirneco, C.F.: 93197970879
Per i comunicati stampa, testi e immagini dovranno essere inviati alla email [email protected]
Per la tua pubblicità su questa testata: Responsabile commerciale Simone Cirami – [email protected] – Mob: +39 327 77 03 240.

Scarica l'App de LaGazzettaCatanese.it

Copyright © 2015 Associazione Il Cirneco

In alto