Sport

Lite Gomez-Gasperini in casa Atalanta: il Catania attento osservatore

Dopo il deludente pareggio interno contro la Cavese, in casa Catania comincia una settimana importante che potrebbe dare una svolta significativa al futuro dei rossazzurri.

Se, come confermato da più parti, il prossimo fine settimana tornerà a Catania il manager americano Joe Tacopina per definire i dettagli che porteranno alla cessione del club da SIGI al gruppo di investitori capeggiati dal broker americano, mercoledì potrebbe accadere qualcosa che potrebbe avere ripercussioni sulle casse del club di via Magenta.

Il riferimento è alla partita di Champions League tra Ajax e Atalanta con i bergamaschi che hanno la necessità di non perdere per non dire addio alla qualificazione agli ottavi della massima competizione europea. L’Atalanta arriva a questo match con un grosso problema interno legato alla lite tra il proprio mister Gasperini ed Alejandro Gomez avvenuta nell’intervallo dello scorso match di Champions disputato lo scorso martedì dai bergamaschi contro il Midtylland.

Intorno al 40esimo del primo tempo, Gasperini chiese al Papu di cambiare posizione in campo in virtù dello scorso rendimento reso dal numero 10 nerazzurro fino a quel momento ma, nonostante la richiesta del proprio mister, Gomez si rifiutò di cambiare ruolo con la conseguenza che al rientro in campo dopo l’intervallo il Papu restò in panchina. Secondo alcuni addetti ai lavori negli spogliatoi sono volate parole grosse da parte di Gasperini nei confronti di Gomez e a distanza di tre giorni il Papu è stato escluso dai convocati per la trasferta di Udine. Ufficialmente, come detto da Gasperini, per consentire a Gomez di rifiatare un po’ dopo diverse partite da titolare ma, per qualcuno, il diverbio tra i due ha lasciato strascichi importanti.

La sfida di mercoledì contro l’Ajax potrebbe essere un crocevia importante per il futuro in nerazzurro di Gomez che, in caso di eliminazione dalla Champions, potrebbe anche decidere di lasciare Bergamo e l’Atalanta. Per il capitano nerazzurro sarebbe una decisione forte dopo che in estate decise di rifiutare un’offerta da 7 milioni a stagione giunta dagli arabi dell’Al Nassr, ma la mancata vetrina europea unita all’età anagrafica del Papu (l’ex Catania a febbraio compirà 33 anni) e al rapporto teso con il proprio allenatore potrebbero spingere Gomez a lasciare una città che lo ha reso importante sotto tanti punti di vista.

Tutto ciò, come detto, potrebbe avere ripercussioni importanti in casa Catania in caso di cessione da parte dell’Atalanta: la società rossazzurra avrebbe diritto al 25% sulla vendita del calciatore a seguito di un accordo siglato quando il Papu lasciò il capoluogo etneo per trasferirsi in Ucraina ed indossare la maglia del Metalist.

Insomma, come sempre tanta carne al fuoco per tenere viva la passione dei tifosi rossazzurri che si augurano di vivere presto periodi più felici per la propria squadra e non solo.

In alto