Sport

Lucarelli: “A Pagani mi aspetto continuità. Curiale merita fiducia!”

Nella sala stampa di Torre del Grifo, il Mister Lucarelli ha presentato la gara che il Catania disputerà allo stadio “Torre” di Pagani.

Nel match contro i campani mancheranno Di Stefano, Saporetti, Llama e Sarno che non risultano tra i convocati. Ecco le dichiarazioni del mister raccolte dalla nostra redazione:

“Domani proveremo ad imporre subito la nostra voglia di vincere, ma sicuramente ci sarà una fase di studio contro un avversario che vorrà anch’egli vincere.

Sul battibecco tra Di Piazza e l’arbitro nell’amichevole con il Giarre, penso che Il carattere di Matteo  lo porta ad essere sempre incazzato anche se fa i goal. Anche io ero così da calciatore e sono convinto che Di Piazza è un giocatore che ci tiene sempre a fare bene.

La settimana di lavoro completa mi ha permesso di valutare al meglio il gruppo ed in questo momento Lele Catania non ha più di 25 minuti nelle gambe. Continuerà la preparazione con il dottor Bellia, che conosce bene e con il quale farà un lavoro personalizzato per recuperare la forma al più presto.

Kevin Biondi è un ragazzo che mi piace tantissimo, ha una duttilità importante e una gamba importante per questa categoria.

Io non guardo la carta d’identità e sono convinto che ci darà una grossa mano in più settori del campo. Spero che a Pagani daremo continuità a quanto visto nel doppio confronto interno, soprattutto contro il Bari.

Mi aspetto conferme dal reparto arretrato con i vari interpreti che stanno crescendo come catena difensiva e Biagianti in quel ruolo mi dà tanti vantaggi in fase di costruzione.

In tal senso, con lui centrale la mia idea di 3-4-3 può essere fattibile e le caratteristiche di Biagianti potrebbero permettermi di fare il 4-3-3 in corsa alzando Marco sulla linea di centrocampo.

Curiale per me è una risorsa, ma l’attaccante è un animale strano perché il suo cervello fa pensieri diversi a quello dei giocatori in altro ruolo. Le pressioni a cui è soggetto vanno gestite e bisogna dargli fiducia facendolo giocare.

Vi assicuro che lo scorso anno ho ricevuto chiamate anche da squadre di Serie B che mi chiedevano informazioni su Davis, ma lui ha fatto una scelta di vita volendo restare a Catania. Noi abbiamo bisogno dei goal degli attaccanti, aspetto il rientro di Sarno e nella mia testa c’è l’idea di avere due esterni di centrocampo offensivi come fatto in passato con Barisic o Di Grazia, ma dobbiamo recuperare tutti e rimetterli in forma.”

In alto