Politica

M5S Catania. Consuntivo 2015 del Comune di Catania: all’ultimo respiro

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

Ci voleva la delibera dell’Assessorato Regionale Enti Locali, che ha commissariato il Comune di Catania per la mancata approvazione del consuntivo 2015, per smuovere le acque e iniziare le solite corse dell’ultimo momento per predisporre il documento contabile.
La confusione regna sovrana: in pochi giorni il consuntivo deve passare dalla Giunta, all’esame dei Revisori dei Conti, della Presidenza e dei Gruppi consiliari, prima di approdare in Consiglio, la cui convocazione è stata oggetto di comunicati e controcomunicati, da parte dell’Ufficio Stampa del Comune, sulla data della seduta.
Con una velocità degna di miglior causa i Revisori in poche ore hanno licenziato la relazione, lasciando seri dubbi sulla profondità della loro verifica, per far sì che nei primi di agosto si possa giungere all’agognata approvazione da parte del Consiglio comunale ed evitare che di ciò se ne occupi il commissario ad acta.
Si rimane perplessi sui ritardi e sulle affannose attività per giungere alla compilazione di un documento che non dovrebbe presentare grosse difficoltà: infatti, si tratta di mettere insieme i valori che dovrebbero essere stati registrati durante l’anno e tirare le somme, aggiungendo la relazione della Giunta.
Ma una domanda sorge spontanea: per caso non è proprio la relazione della Giunta a provocare il ritardo?
Basta attendere e i nostri dubbi saranno sciolti: se la relazione si dovesse ridurre ad una elencazione di valori in uno schema “standard”, di quelli già prestampati, carente di informazioni sui risultati in rapporto ai programmi e ai costi e sugli scostamenti principali rispetto alle previsioni o alle cause (come richiesto dal Testo Unico degli Enti Locali e come già denunciato dal Movimento 5 Stelle), il ritardo sarebbe inconcepibile.
Se la Giunta, al contrario, ha impiegato tutto questo tempo per predisporre un’ampia relazione, spiegando tutto (comprese le criticità rilevate ripetutamente dalla Corte dei Conti) con dovizia di particolari, il ritardo sarebbe giustificato.
Però in quest’ultimo caso non si riesce a comprendere come una relazione corposa ed esaustiva sia stata analizzata dai Revisori dei conti in così breve tempo e come faranno i Consiglieri comunali ad esprimersi con cognizione di causa avendo ricevuto una documentazione “last minute”.

Movimento 5 Stelle Catania

 

In alto