Archivio

Mafia: ventennale uccisione avvocato Famà, Bianco “Un esempio di correttezza per tutti”

download

“Anche nel 1995 ero sindaco e per me fu subito chiaro che si trattava di un omicidio di stampo mafioso commesso in una città che stava ritrovando se stessa. Solo un paio d’anni dopo le confessioni di un pentito confermarono che Famà era stato fatto uccidere dal capo di una cosca perché aveva esercitato con impegno e coerenza la sua attività professionale di avvocato”

Il sindaco di Catania Enzo Bianco lunedì parteciperà nel Teatro Massimo Bellini alla cerimonia per la commemorazione, nel ventennale della morte, dell’avvocato Serafino Famà, ucciso dalla mafia il 9 novembre del 1995.
“Ricordo perfettamente – ha detto Bianco – quella terribile sera in cui il penalista venne ucciso, in piazza Raffaello Sanzio, a colpi di pistola, dopo aver lasciato il suo studio. Anche allora ero sindaco di Catania e per me fu subito chiaro che si trattava di un omicidio di stampo mafioso commesso in una città che stava ritrovando se stessa. Solo un paio d’anni dopo le confessioni di un pentito confermarono che Famà era stato fatto uccidere dal capo di una cosca perché aveva esercitato con impegno e coerenza la sua attività professionale di avvocato, nonostante si trovasse ‘tra due fuochi’, come si sottolinea fin dal titolo nel documentario che la figlia di Famà, Flavia, ha voluto dedicare al padre, nel 2013, con Simone Mercurio. Ecco perché Serafino Famà deve rappresentare per tutti un esempio di correttezza”.
“Un mese dopo l’uccisione – ha ricordato Bianco – il Comune fece apporre una targa in piazza Sanzio per ricordare Famà e la sua scelta di vita di mantenere la schiena dritta, ma l’Avvocato venne ritratto anche, con altre vittime della mafia, sul murale sull’esterno del carcere di piazza Lanza realizzato da Addiopizzo e inaugurato nel luglio del 2013″.

download

Il primo Network in franchising di quotidiani online

Testata giornalistica ai sensi della Legge 103/2012. Direttore Responsabile Dario Lazzaro. Tutti i contenuti de lagazzettacatanese.it sono di proprietà di Associazione Il Cirneco, C.F.: 93197970879
Per i comunicati stampa, testi e immagini dovranno essere inviati alla email [email protected]
Per la tua pubblicità su questa testata: Responsabile commerciale Simone Cirami – [email protected] – Mob: +39 327 77 03 240.

Scarica l'App de LaGazzettaCatanese.it

Copyright © 2015 Associazione Il Cirneco

In alto