Politica

Mazzeo: “Quel cavalcavia è da abbattere!”

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

Lancia un grido di allarme il Segretario Provinciale della Ugl Metalmeccanici Angelo Mazzeo, nonché RSU della STMicroelectronics, per il degrado e il deterioramento del cavalcavia che collega importanti arterie della zonaIMG-20160504-WA0016 industriale di Catania, la I con l’ VIII Strada, ossia uno dei punti più trafficati dell’intera area in questione. “Il cemento armato della strada è a serio rischio distaccamento, con potenziali conseguenze molto gravi – riferisce Mazzeo -; la questione del cavalcavia danneggiato è stata più volte illustrata dalla nostra organizzazione sindacale ma senza suscitare sino ad oggi l’opportuna attenzione dalle autorità preposte. Non siamo tecnici, ma siamo certi che qualcosa non va! Basti osservare lo sprofondamento dell’asfalto, con presenza di cedimenti e avvallamenti della struttura all’altezza dei giunti di collegamento del rilevato stradale (a volte rattoppati con del semplice
bitume), per cui è necessario adoperarsi e intervenire in tempi rapidi ed efficaci”. “Le prime avvisaglie si erano avute lo scorso anno, e l’amministrazione comunale era stata già avvisata dal sottoscritto attraverso comunicazioni e denunce. I rischi sono sempre gli stessi, aggravati però dallo scorrere del tempo: la situazione è diventata allarmante e non si può più attendere oltre. L’intervento di sostituzione o meglio ancora di abbattimento, considerato che la strada e la linea ferrata che passano sotto non sono fruibili ormai da anni, non può più essere rimandato. Solo per un caso fortuito sino ad oggi non si è verificato il peggio. Alcuni lavoratori, stazionando con il veicolo sul ponte, riferiscono di aver avvertito delle forti sollecitazioni, come se il ponte IMG-20160504-WA0023stradale avesse cominciato a muoversi, tanto da aver pensato ad una lieve scossa di terremoto. Preoccupati, mi hanno contattato affinché ci facessimo portavoce per allertare le autorità e fare compiere un controllo della struttura”. “E’ necessaria l’esecuzione di prove statiche e di carico per valutare la reale tenuta di questo tratto di strada, oggi più che mai trafficata, anche in considerazione delle aziende che sorgono nell’imminenza, quali STMicroelectronics, Pfizer, Zoetis, 3SUN, Micron, Sibeg, Acciaierie di Sicilia e molte altre realtà commerciali, poste, banche, ecc.” “Ora – conclude Mazzeo – mi attendo di conoscere ogni determinazione da parte dell’amministrazione comunale, in merito a tempi, modalità e termini di esecuzione degli opportuni provvedimenti da intraprendere, a garanzia della pubblica sicurezza. Invito quindi i responsabili a fare un sopralluogo per verificare le condizioni descritte affinché si attivino per il ripristino delle condizioni di sicurezza del cavalcavia stesso. Lo attendono i cittadini e i lavoratori.”

In alto