Meteo

Sicilia, le previsioni meteo per il secondo weekend di ottobre: in arrivo freschi venti settentrionali

Nei primi giorni di ottobre, complice l’azione di una depressione afro-mediterranea e l’afflusso di correnti umide e instabili orientali nei bassi strati dell’atmosfera, la Sicilia ha beneficiato di piogge frequenti e talvolta abbondanti, in particolar modo nei settori ionici delle province di CataniaSiracusa e Ragusa. L’evento temporalesco più violento dell’intero territorio regionale si è abbattuto su Santa Croce Camerina (RG), dove la centralina di rilevamento del SIAS ha registrato 137 mm in circa tre ore: circa un terzo della pioggia che cade nel corso di un anno, record assoluto dell’ultimo quindicennio per la località balneare.

La circolazione depressionaria responsabile del maltempo è ormai alle spalle e quest’oggi il sole è tornato a splendere sull’intero territorio regionale. Un nuovo cambiamento delle dinamiche atmosferiche a scala europea si concretizzerà nel weekend: nelle prossime 48 ore, con l’anticiclone delle Azzorre esteso dai settori occidentali del Mediterraneo alle Isole Britanniche, una saccatura colma di aria fredda per la stagione scivolerà tra l’Europa centro-orientale e i Balcani, lambendo il versante adriatico e le estreme regioni meridionali, Sicilia compresa. Sulla nostra isola giungeranno, pertanto, correnti più fresche dai quadranti settentrionali.

FOCUS SUL WEEKEND – Nelle prime ore della giornata di domani, sabato 7 ottobre, annuvolamenti irregolari in ingresso dal Tirreno andranno ad interessare le province di Trapani, Palermo e Messina: saranno probabili brevi rovesci di pioggia, specie a ridosso dei Nebrodi e delle Madonie, in rapido dissolvimento nella seconda parte della giornata. Prevalente bel tempo sulle restanti aree regionali, salvo variabilità sul versante settentrionale dell’Etna e sull’alto ennese.

Venti in rinforzo da Maestrale (NW) e Tramontana (N); raffiche prossime o superiori ai 40-50 km/h interesseranno i crinali montuosi settentrionali e il versate nord dell’Etna. Le temperature registreranno una generale diminuzione, più marcata sulle province tirreniche e in montagna, con valori dai cinque agli otto gradi inferiori a quelli odierni. Variazioni più contenute sulla fascia ionica e lungo le coste meridionali, con massime ancora vicine ai 23/24°C. Mari tutti mossi o molto mossi.

Archiviata una notte stellata e piuttosto fresca ovunque, la giornata di domenica 8 trascorrerà all’insegna di condizioni prevalentemente stabili e soleggiate. Una buona notizia per i tanti siciliani che trascorreranno il tempo libero all’aperto e tra gli stand delle numerose manifestazioni enograstronomiche in programma, dalle Sagre nebroidee a Cesarò e Floresta all’Ottobrata Zafferanese. Temperature massime prevalentemente comprese tra i 17 e i 22°C. Venti moderati dai quadranti settentrionali, in via di attenuazione rispetto alla giornata precedente. Ancora mosso il mar Tirreno, da mossi a poco mossi gli altri bacini.

Andrea Bonina | MeteoEtna.com

 
In alto