Archivio

Misterbianco. Abusivismo, 70 immobili privati acquisiti come patrimonio del comune

Misterbianco. L’assessore all’urbanistica e alla polizia locale, Stefano Santagati, nel corso di una conferenza stampa tenutasi ieri mattina, ha mostrato gli esiti di una azione sinergica tra l’amministrazione comunale, la procura della Repubblica di Catania ed il sostituto dott. Giuseppe Toscano, volta a contrastare il fenomeno dell’abusivismo edilizio. Ben 70 immobili privati, costruiti abusivamente e mai demoliti dai proprietari, sono passati al patrimonio del comune.

“Si tratta di una operazione complessa – ha esordito l’assessore Santagati – alla quale si arriva al termine di una lunga azione amministrativa e spesso legale nel corso della quale chi ha commesso l’abuso non ottempera all’ordinanza di demolizione. A questo punto scatta la confisca e l’acquisizione al patrimonio del comune, provvedimento definitivo del quale spesso i cittadini non ne comprendono il vero significato, ma nei fatti perdono la proprietà.”

“Dopo le sanatorie degli anni 85, 94 e 2003 da 12 anni non ci sono più sanatorie edilizie e neppure si parla si future sanatorie – conclude l’assessore Santagati – per questo l’azione dell’amministrazione comunale mira a scoraggiare l’abuso edilizio per evitare che il cittadino perda definitivamente il bene, poiché crede erroneamente, che una volta costruito il bene resta.”

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

conferenza stampa santagati

In alto