Archivio

Molestava giovani donne al parcheggio del supermercato. Arrestato nigeriano

Catania. Sabato scorso, la Polizia di stato ha arrestato il nigeriano Abdulayad Yahya (1993) per resistenza e lesioni a pubblico Ufficiale, dopo che questi aveva molestato due donne.

In particolare, una ragazza, in evidente stato di agitazione, accorreva presso  Commissariato di Nesima e riferiva che pochi istanti prima, un giovane, l’aveva stretta a sé con forza, tentando di baciarla. La stessa riusciva a divincolarsi dalla morsa del molestatore e cercava soccorso negli uffici di polizia. L’operatore di polizia,  raccolto i primi indizi da parte della vittima, senza indugi si determinava ad intervenire raggiungendo nell’immediatezza il luogo del misfatto, nonostante fosse appiedato, chiedendo contestualmente il supporto della pattuglia automontata. Solo il suo tempestivo intervento, permetteva di individuare l’uomo. Questi, non ancora appagato, con i pantaloni parzialmente abbassati, stava palpeggiando un’altra giovane vittima che aveva bloccato mentre si apprestava ad entrare nella sua auto. L’extracomunitario, raggiunto dal poliziotto, ingaggiava con questi una violenta colluttazione, quindi guadagnava la via di fuga. Altri agenti di polizia, allertati e giunti sul posto, iniziavano l’inseguimento. Raggiunto nuovamente, l’indiziato opponeva strenua resistenza colpendo con violenza anche un secondo poliziotto. Finalmente immobilizzato e arrestato, l’extracomunitario veniva identificato per il citato ABDULAYAD Yahya, noto anche con diversi alias, entrato illegalmente nel territorio italiano nel settembre 2013, senza fissa dimora,  già a gennaio c.a. arrestato nella flagranza del reato di furto aggravato in appartamento. Il processo verrà celebrato con rito per direttissima. In atto sono in corso ulteriori procedure per definire la posizione del nigeriano sul territorio nazionale.

Da sottolineare il fatto che è stata l’immediata denuncia della prima vittima ad evitare conseguenze peggiori alla seconda e alle possibili successive.

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

 

In alto