Politica

Morte Pannella: Bianco, “Punto di riferimento per i diritti civili”

Il sindaco di Catania, “Molte delle sue battaglie hanno anticipato i tempi e hanno contributo a migliorare il nostro Paese. Provo un forte senso di gratitudine per tutto ciò che ha fatto per portare il cambiamento nella mia città”

Mi addolora molto la scomparsa di Marco Pannella, che ha rappresentato per più di mezzo secolo un punto di riferimento per la difesa dei diritti civili, delle libertà personali e d’espressione, dei valori laici e liberali. Molte delle sue battaglie hanno anticipato i tempi e hanno contributo a migliorare il nostro Paese. Avevo inoltre nei confronti di Marco un forte senso di gratitudine per tutto ciò che ha fatto per portare il cambiamento nella mia città, con un impegno diretto e personale. Nessuno a Catania può dimenticare che, con un drappello di radicali tra i quali Domenico Modugno, si candidò e venne eletto, nel 1988, nell’ultimo Consiglio comunale prima che si giungesse all’elezione diretta dei sindaci. In quell’Assemblea cittadina io fui eletto sindaco, il primo non democristiano del dopoguerra, grazie anche al determinante contributo di Pannella”.

In alto