Archivio

Morte piccola Smeralda: dal sindaco Bianco parole di cordoglio per la famiglia

25 aprile – Smeralda era una piccola bambina di quattro anni che dalla nascita, a causa di complicazioni avvenute durante il parto, sopravviveva grazie ad un respiratore artificiale. La sua storia da tempo era divenuta famosa in quanto era stata protagonista di una battaglia legale per proseguire le terapie compassionevoli con il metodo Stamina. Smeralda purtroppo non ce l’ha fatta, se n’è andata due giorni fa come una “piccola guerriera”, come la definisce il padre, Giuseppe, ricordando come non abbia mai smesso, fino alla fine, di combattere.

 «Voglio manifestare alla famiglia il profondo dolore di tutta la città di Catania e mio personale per la scomparsa della piccola Smeralda – fa sapere il sindaco Enzo Bianco – La vicenda di Smeralda ci coinvolge tutti sotto il profilo umano. Qualunque padre abbia avuto un figlio che ha rischiato la vita per una grave malattia conosce la terribile angoscia, la disperazione di certi momenti. Esistono, purtroppo, migliaia di queste privatissime tragedie e la scienza non ha ancora una risposta per troppe malattie. Questo è dunque il momento del cordoglio, della riflessione che tutta la città deve compiere sul senso di questa vicenda umana».

Ornella Fichera

Per restare aggiornati sulle notizie si può seguire La Gazzetta Catanese.it anche su Facebook, cliccando qui.

In alto