Politica

Movimento Sociale Fiamma Tricolore. Richieste le dimissioni del Presidente del Consiglio Comunale

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

La Sezione Beppe Alfano del Movimento Sociale Fiamma Tricolore esprime, per voce del Commissario di Sezione Daniele Mammino e del Commissario Nazionale della Gioventù della Fiamma Vincenzo Musmeci, la propria indignazione per il post apparso sul profilo facebook del
Post FacebookPresidente del Consiglio Comunale di Santa Venerina, il Sig. Giuseppe Grasso, nel quale vengono vergognosamente attaccati i nostri Marò, Salvatore Girone e Massimiliano La Torre. E’ IMPENSABILE CHE un rappresentante istituzionale, nel caso specifico la massima figura del Civico Consesso, possa così gettare ombre su una questione così delicata che vede protagonisti due militari italiani. L’ignobile frase è resa ancora più grave dalla carica politica ricoperta dal Sig. Grasso e da una precedente delibera del Consiglio Comunale con cui veniva posto all’esterno del Palazzo Comunale uno striscione a sostegno dei nostri Marò. Il Movimento Sociale Fiamma Tricolore chiede al Presidente del Consiglio Comunale di smentire nelle sedi opportune quanto
superficialmente espresso e di attivarsi al contrario affinchè le istituzioni locali rinnovino iniziative a sostegno del rientro immediato dei nostri militari in patria. Ove tale smentita non dovesse essere sostanziale, esaustiva e credibile, la “Fiamma Tricolore” chiede con forza le immediate dimissioni del Sig. Grasso dalla Presidenza del civico consesso.

Le news dalla Città Metropolitana di Catania

Testata giornalistica ai sensi della Legge 103/2012. Direttore Responsabile Dario Lazzaro. Tutti i contenuti de lagazzettacatanese.it sono di proprietà di Associazione Il Cirneco, C.F.: 93197970879
Per i comunicati stampa, testi e immagini inviare una email a [email protected]
Per la tua pubblicità su questa testata: Responsabile commerciale Simone Cirami – [email protected] – Mob: +39 327 77 03 240.

Scarica l'App de LaGazzettaCatanese.it

Copyright © 2015 Associazione Il Cirneco

In alto